Appalti Ospedale di Terni. Un nuovo caso?

19-05-2017 – Sta probabilmente per sollevarsi l’ennesimo caso relativo ad irregolarità negli appalti della pubblica amministrazione in seguito alla lettera che due consiglierei comunali del Movimento 5 Stelle – Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari – hanno inviato al direttore generale dell’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni per fare chiarezza sull’affidamento di servizi e appalti all’interno della struttura.
Nello specifico, si chiedono le attestazioni relative al periodo di tempo 2010-2016 in riferimento al pagamento dei canoni di affitto e delle utenze da parte dei titolari di attività affidate dall’Azienda ospedaliera a ditte esterne, come banca, edicola e  bar; la ricezione del pagamento annuale dei canoni per la concessione degli spazi alla ditta che gestisce il servizio di distribuzione automatica, così come previsto dal bando.
Entrando poi nel merito delle procedure di concessione, nella lettera i consiglieri chiedono di fornire specifiche relative a bandi o procedure attraverso le quali servizi/lavori sono stati affidati e per quali importi. Si chiede, inoltre, di indicare i casi per i quali le gare sono scadute o sono state prorogate o rinnovate e in che modo ciò sia  avvenuto.
Ci auguriamo che l’amministrazione ospedaliera fornisca documentazione e risposte adeguate, evitando così che si apra un ennesimo caso di scorretta gestione dei pubblici appalti.

appalti

appalti

 

Precedente Pellegrini SpA aderisce a Fondazione Sodalitas
Il prossimo In Lombardia eliminate le comunicazioni semestrali

Autore

Potrebbe piacerti anche

Cronaca Italia 0 Commenti

Lo Shop 24 di Cortina chiude per mancanza di… posti auto

19-11-2015 – Un cavillo burocratico costringe Alessandro Costantini, titolare dell’unico Shop 24 di Cortina d’Ampezzo e dintorni, a chiudere il negozio, per altro di sua proprietà, avendo ereditato dal padre

Cronaca Italia 0 Commenti

Assediati dalle blatte? Non è colpa dei distributori ma…

11-05-2017 – La battaglia per eliminare le blatte che assediato il Palazzo di Giustizia di Torino sembra non avere mai termine: nonostante le ripetute disinfestazioni, i fastidiosi ospiti continuano a

Cronaca Italia 0 Commenti

Anche in Italia si paga con i Bitcoin

06-03-2014 – Da alcuni giorni in un caffè di Bologna è possibile pagare le consumazioni usando moneta virtuale al posto degli euro. Sembrava lontano l’arrivo in Italia della moneta virtuale

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.