Cresce l’impero di JAB nel settore del caffè

21-03-2018JAB è una holding controllata da tre partner che nel tempo è passata da investimenti nel settore chimico ad operazioni finanziare nel Food, con particolare inclinazione verso il comparto del caffè, dove sta assumendo proporzioni gigantesche attraverso l’acquisizione di società attive in questo settore.
Ha iniziato nel 2012 con l’acquisizione di Peet’s (una società dal valore di un miliardo di dollari), per poi proseguire con  D.E. Masters Blanders (valore 9,8 miliardi), Mondelez (5 miliardi), Keurig Green Mountain (13,9 miliardi) e, pochi mesi fa, Dr Pepper Snapple Group (26 miliardi).  A quanto pare, JAB non ha intenzione di fermarsi e continua a guardarsi intorno alla ricerca di società del caffè da portare nella holding, con l’obiettivo di diventare il primo player mondiale del caffè, spodestando di conseguenza Nestlé.
Quel che sorprende è che JAB, ad ogni società acquisita apporta solo qualche piccola innovazione, puntando piuttosto a far sì che l’acquisito sia quanto più possibile concentrato sul business, come dimostra il fatto che se si tratta di società quotate in Borsa, JAB tende a farle uscire, rendendole private.
Bart Becht, presidente olandese di JAB, ha detto: “I consumatori vogliono più scelta, sia su cosa bere che su dove berlo… Venti o trent’anni fa volevano il caffè la mattina e la Coca-Cola di pomeriggio. Ora le cose sono cambiate. Noi stiamo solo andando verso quella direzione.”

JAB
JAB
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.