Il TFR in busta paga nella prossima Legge di Stabilità

07-10-2014 – Ci sta lavorando il Governo, intanto che si prenda una decisione sul destino dell’Articolo 18, l’argomento di discussione più controbattuto delle ultime settimane.
L’idea di inserire in busta paga parte del trattamento di fine rapporto che ogni anno i lavoratori maturano piace ai più, ma perché diventi fattibile vanno risolte alcune problematiche, come ha sottolineato Yoram Gutgeld, consigliere economico di Palazzo Chigi:
L’operazione Tfr ha senso  perché vorremmo dare la libertà ai lavoratori che vogliono prendere una parte di questa enorme somma di salario differito e metterlo in busta paga oggi. Per fare questo dobbiamo trovare il sistema di risolvere i problemi finanziari delle piccole e medie imprese. Stiamo studiando una convenzione con le banche di apertura credito e valutare la possibilità di dare una garanzia pubblica”. Se c’è la possibilità di fare questo bene, altrimenti non si fa. O c’è dentro questa legge di stabilità oppure non si fa più“.
Anche Sergio Marchionne approva l’idea di anticipare in busta paga il TFR, un’operazione che s’inserisce nel quadro delle manovre atte ad incentivare i consumi, molla essenziale per smuovere l’economia.

tfr

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: