In stallo la situazione Sangemini

15-07-2013 – Non da’ segni di soluzione la delicata situazione del Gruppo Sangemini, in difficoltà ormai da qualche mese.
Scaduto il “concordato bianco” e in assenza di un piano di sviluppo concreto, si teme che le banche possano procedere, facendo precipitare la situazione del Gruppo e, di conseguenza, dei lavoratori.
Pertanto, il primo passo che  si dovrà fare, sarà di convincere gli istituti di credito a concedere una proroga almeno fino a settembre, in modo da allungare il concordato bianco e permettere alla proprietà di trovare accordi con eventuali nuovi proprietari che volessero subentrare. Sembra che un grande gruppo del settore sia fortemente interessato all’acquisto della Sangemini, ma le rappresentanze sindacali temono ripercussioni sulla forza lavoro che va tutelata.
Sono attese novità più concrete entro la fine del mese di luglio.

logo-sangemini

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: