La delega fiscale è rimandata a settembre

13-02-2015 –  Nel corso dell’audizione che si è tenuta mercoledì 11 febbraio presso la Commissione Finanze della Camera, il viceministro dell’economia e delle finanze Luigi Casero ha annunciato lo slittamento di 6 mesi della Delega Fiscale, un tempo supplementare che si è reso necessario affinché vengano apportate le modifiche sulla base di un sereno dibattito parlamentare.
Casero ha, inoltre, sottolineato che gli aspetti che consentiranno il completamento del lavoro entro la nuova data saranno il confronto tra il governo e il comitato ristretto informale composto dai membri delle commissioni finanze prima del passaggio dei dlgs in Consiglio dei ministri e l’omogeneità tra i testi da esaminare.
Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, nel confermare dal dal 1° settembre il nuovo sistema fiscale sarà a regime, ha spiegato che “ci sono due capitoli della delega, quello sulla fatturazione elettronica, il nuovo regime della Pa, i giochi, la internazionalizzazione delle imprese, la ‘compliance’ per un fisco innovativo va in Cdm il 20 febbraio ed entra in vigore il primo giugno. Una seconda parte, il fisco come giudice, l’accertamento, la riscossione, l’abuso di diritto, la certezza di diritto va in vigore il primo settembre“.
Quel che Renzi dà per certo è l’inasprimento delle sanzioni: “La proposta che facciamo è che in quel caso ci sia comunque sanzione e si paghi il doppio anche senza l’aspetto penale” e ciò avverrà dopo aver studiato in modo approfondito un nuovo meccanismo legato sia al ruolo dell’Agenzia delle Entrate e di Equitalia che al recupero delle somme evase.

Il 1° settembre sembra, dunque, essere la data definitiva del Governo per l’entrata in vigore del nuovo sistema fiscale che fa parlare di sé da mesi.
Ricordiamo che il tema centrale degli Stati Generali del Vending 2014 era proprio la Delega Fiscale, argomento sul quale erano intervenuti i rappresentanti istituzionali presenti, tra i quali proprio il viceministro Casero.
In quell’occasione, il vending ha fatto la propria proposta in relazione alla tracciabilità dei corrispettivi, una proposta che si spera venga accolta affinché il passaggio al nuovo sistema sia meno doloroso possibile per il comparto. che sarà chiamato in causa nel 2017.

Rimandiamo l’attenzione dei lettori ai servizi video realizzati da Vending TV in occasione degli Stati Generali del Vending 2014
e in particolare alla terza parte in cui il dott. Antonio Tartaro, Responsabile della Commissione Fiscale di Confida, espone la formula fiscale ideata per il comparto.

Clicca sull’immagine per rivedere il servizio

TARTARO

 

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: