L’IMU sui capannoni penalizza l’industria

29-09-2013 – L’abolizione dell’IMU sulla prima casa, decisa nella riunione dei Ministri del 28 agosto,  alleggerisce certamente il carico fiscale dei cittadini privati, così come la sua soppressione sui terreni e sugli immobili ad uso rurale favorisce l’attività agricola, dando una mano all’economia.
Nulla è cambiato per il settore industriale, dove l’odiata tassa resta in vigore e non è stata oggetto di alleggerimenti.
Se ne rammaricano le associazioni degli imprenditori che sottolineano il ruolo del fabbricato industriale (capannone, negozio, laboratorio) nell’economia e nella strutture delle aziende. Esso riveste lo stesso ruolo che la prima casa ha per il privato cittadino, soprattutto per le piccole e medie realtà che svolgono la loro attività in un’unica sede.
Alcuni imprenditori avevano suggerito di applicare l’IMU solo sulle sedi aggiuntive, le succursali, le unità operative distaccate, lasciando libera da gravami la sede principale dell’attività, che per molti costituisce il cuore dell’attività.

Secondo i dati trasmessi a La7 durante la trasmissione Piazzapulita del 6 maggio 2013, ecco quanto incassa lo Stato dagli imprenditori grazie all’IMU 2012

imu

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: