Permessi falsi, Ferrarelle licenzia un dipendente

15-12-2016 – Un dipendente della Ferrarelle SpA è stato licenziato in tronco per aver usufruito dei permessi legati al riconoscimento della legge 104 – precedentemente decreto Madia – che prevede un permesso speciale  per i dipendenti che hanno nel nucleo familiare un parente con difficoltà psicofisiche. Il dipendente in questione usufruiva del permesso speciale per propri scopi senza prestare  effettiva assistenza al familiare malato ma lasciando l’incarico a terzi.
Avviata l’indagine e accertati i fatti, per l’addetto alla manutenzione dell’ impianto di Riardo è stata avviata la procedura di licenziamento da parte della Ferrarelle per aver utilizzato impropriamente i permessi legittimi. Inoltre si intravede anche la possibilità che la Magistratura avvii un’indagine per truffa, il che complicherebbe ulteriormente la sua posizione.

Attraverso un comunicato stampa, inoltrato dal Responsabile Comunicazioni e CSR, la Ferrarelle tiene a precisare che:
Il dipendente, responsabile della manutenzione meccanica, è stato oggetto di una contestazione disciplinare determinata dall’utilizzo improprio dei permessi lavorativi retribuiti per assistenza a parenti in situazione di gravità previsti dalla Legge 104/1992. L’ azienda, che per il rispetto dei diritti di tutti lavoratori si accerta costantemente della buona osservanza delle norme previste dal contratto collettivo, nell’ambito della verifica, mediante gli strumenti previsti per legge, del corretto utilizzo dei suddetti permessi, ha individuato gravi mancanze poste in essere dal dipendente. A seguito di questo, l’azienda ha quindi provveduto ad utilizzare il procedimento disciplinare previsto dal contratto e dalla normativa vigente”.

 

Ferrarelle
Ferrarelle

 

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: