Da una giovane start up arriva Cafoodda, lo snack salutare made in Sicily

Un team abbastanza eterogeneo, formato da sette ragazzi siciliani, ha avviato una start up per lanciare dei prodotti snack made in Sicily, ovvero realizzati esclusivamente con ingredienti 100% naturali del territorio e contrassegnati da un nome molto particolare Cafoodda, mix tra il dialetto e food, il canale di destinazione.

La sicilianità è palese nella grafica del logo, dove le due “oo” simulano le ruote di un carrettino siciliano e del packaging, caratterizzata da i Re di coppe e d’oro delle carte da gioco, i quali, al posto dei semi, hanno in mano una mandorla e una pera.
Sono questi, infatti, gli ingredienti del primo snack Cafoodda: le mandorle pizzute di Avola e le pere coscia dell’Etna disidratate.
L’uso di frutta secca e disidratata ci fa comprendere che si tratta di uno snack salutare, in linea con gli attuali trend di consumo: il 58% degli italiani, infatti, mangia frutta secca quotidianamente perché ormai ne conosce i benefici (è ricca di Omega 3 e Omega 6, di fibre insolubili e proteine) e compra spesso mix di frutta secca per consumarla come spuntino a metà mattina o a metà pomeriggio. La frutta disidratata, invece, serve per fare il pieno di zuccheri, grazie al contenuto di fruttosio, glucosio e fibre solubili.
Quel che differenzia lo snack Cafoodda – al momento disponibile solo nel gusto mandorle+pere – è la totale assenza di conservanti e additivi, presenti invece nella maggior parte dei prodotti simili in commercio.

Come spiega Roberto Carbone, coodinatore del progettoL’idea è partita l’estate scorsa grazie ad una collaborazione fra la mia azienda Sari (che produce conserve, aromi e spezie rigorosamente made in Sicily ndr) e la “Master ball Academy” (scuola di beach volley catanese ndr). La maggior parte degli snack con frutta secca o disidratata contiene additivi o conservanti, noi abbiamo pensato di farli senza alcun conservante e con ingredienti di qualità siciliani al 100%”.

L’obiettivo del giovane team è di mantenere stretto il legame con la propria terra e promuovere il made in Sicily.
Fabiola Castro, insegnante di beach volley, fotografa e addetta alla comunicazione per Cafoodda precisa: “La nostra è una famiglia contaminata. siamo riusciti a fonderci e confonderci all’interno di un progetto che ha come perno la Sicilia. La nostra amicizia è stata fondamentale, ma il vero collante è proprio l’idea che abbiamo di Sicilia, la voglia di far conoscere i suoi prodotti e il sogno che un giorno questi snack potranno magari finire non solo nei distributori delle palestre, ma anche in quelli delle scuole”.

Ogni bustina pesa 35 grammi e contiene 182 calorie.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: