Dal Vending un aiuto per la dieta dei malati oncologici

15-02-2018 – Un gruppo di lavoro costituito da rappresentanti del Ministero della Salute, di aziende sanitarie, di Università ed esponenti di società scientifiche di settore ha portato all’approvazione delle “Linee di indirizzo sui percorsi nutrizionali nei pazienti oncologici”.
Il tema affrontato è quello dell’alimentazione in soggetti sottoposti a terapie per la cura dei tumori, un argomento molto delicato poiché in questa fase la scarsa o errata alimentazione incide anche sulla risposta dell’organismo alle terapie mediche mirate a combattere e, possibilmente, a vincere la malattia. La perdita di peso nei pazienti oncologici interviene, soprattutto per alcuni tumori, già in fase di diagnosi e si accentua nel decorso della malattia e delle terapie. Per questo motivo il tipo di alimentazione seguita da questi pazienti costituisce un importante fattore a sostegno delle cure ed è indispensabile eseguire un preciso screening di ogni paziente per valutare lo stato nutrizionale e adeguare una dieta che migliori la qualità della sua vita, già compromessa dalla patologia oncologica.
È necessario, dunque, che il medico oncologo lavori in tandem col nutrizionista per formulare un piano alimentare corretto e in grado di sostenere il paziente nel corso delle terapie. Il problema maggiore che si riscontra negli ospedali è la difficoltà di adeguare l’offerta della mensa e dei distributori automatici, affidati nella maggior parte dei casi a ditte esterne, alle particolari esigenze alimentari dei malati oncologici.
Gli esperti chiedono ai gestori dei distributori automatici installati in questi particolari reparti di mostrare una maggiore sensibilità e prestare la dovuta attenzione a questa fascia di consumatori, proponendo un’offerta alimentare che rispetti le loro esigenze, inserendo magari succhi di frutta e verdura al posto delle classiche bibite gassate.

L’argomento è davvero molto delicato, ma crediamo che uno sforzo in questa direzione possa essere fatto, magari configurando i distributori automatici destinati a questa particolare utenza in collaborazione con i dirigenti dei reparti oncologici in cui le macchine sono o vanno installate, In questo modo si potrà dare un piccolo ma significativo contributo alla battaglia contro il cancro.

oncologici
oncologici

 

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: