“Eccolo” di Giovanni Sanasi, l’idea che sigilla e rende igieniche le lattine delle bibite

15-11-2019Giovanni Sanasi, gestore del bar dell’ospedale “Marianna Giannuzzi” di Manduria in provincia di Taranto, già in passato ha attirato l’attenzione dei media per alcune invenzioni legate alla sfera del suo lavoro: qualcuno ricorderà l’idea della mezza bustina di zucchero, nata dall’osservazione del comportamento di molti avventori, che utilizzano solo la metà dello zucchero contenuto nella busta, destinando l’altra metà alla pattumiera.
Più di recente, Sanasi ha inventato una cannuccia biodegradabile e compostabile, in vista dell’applicazione della normativa UE sulla plastica monouso e, ancor più di recente, un sistema di cellofanatura che sigilla perfettamente le bibite in lattina, rendendole igienicamente perfette per il consumatore.
Quest’ultima idea, brevettata e battezzata col nome “Eccolo”, è nata dalla riflessione sul numero di passaggi di mano a cui le lattine sono sottoposte, dalla fase di produzione al consumo; una manipolazione che le rende pericolose dal punto di vista igienico, considerato che la linguetta di apertura cade all’interno, venendo a contatto con il liquido, nel momento in cui si versa in un bicchiere o si beve direttamente dalla lattina.
Il rischio di venire a contatto con microbi si verifica soprattutto nei consumi veloci, come ad esempio quando si preleva la bibita dal distributore automatico e la si consuma on the go, senza avere a disposizione né un bicchiere, né una cannuccia.
“Eccolo” è un involucro in cellophane trasparente che sigilla lattina e cannuccia e che lascia leggere l’etichetta e la data di scadenza; inoltre, è possibile realizzarlo in materiale compostabile, in modo da poter essere riciclato.
L’invenzione di Giovanni Sanasi è in gara per i Barawards 2019, l’iniziativa di Bargiornale che premia l’innovazione nel comparto Horeca italiano, le cui votazioni si sono da poco concluse. Il 2 dicembre, serata in cui saranno assegnati i premi, scopriremo se “Eccolo” di Giovanni Sanasi avrà colpito i giudici.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.