Ferrero amplia la produzione dei siti americani per continuare a crescere negli USA

Ferrero Nord America, parte dell’azienda dolciaria globale Ferrero Group investe poco meno di 215 milioni di dollari per ampliare il sito di Bloomington, in Illinois, dedicato alla lavorazione del cioccolato e, in particolare, alla produzione di Kinder Bueno, la popolare barretta di cioccolato Ferrero, premium in Europa e lanciata negli Stati Uniti nel 2019. Kinder Bueno è ora un marchio da 167 milioni di dollari in Nord America, in crescita di oltre il 51% nell’ultimo anno.

I lavori dovrebbero iniziare entro l’autunno 2022 e si prevede che creerà fino a 200 nuovi posti di lavoro in un quadriennio. Grazie a questo ampliamento, lo stabilimento di Bloomington sarà una delle più grandi linee di produzione costruite da Ferrero al di fuori dell’Europa.

Gli investimenti che stiamo facendo a Bloomington stanno alimentando la continua crescita di Ferrero in Nord America e stanno anche creando importanti opportunità di lavoro nella comunità“, ha affermato Todd Siwak, Presidente e Chief Business Officer di Ferrero North America. “Siamo entusiasti di continuare crescendo qui con il prezioso sostegno della città di Bloomington, della contea di McLean e dello Stato dell’Illinois“.
L’annuncio arriva mesi dopo che Ferrero ha aperto un impianto di lavorazione del cioccolato nella stessa sede, che dovrebbe entrare in funzione nel 2023.
Grazie alla nuova linea, che produrrà barrette e mini Kinder Bueno, i prodotti Kinder per la prima volta saranno realizzati in Nord America.

Catherine Bertrac, vicepresidente senior del marketing Kinder presso Ferrero North America, ha dichiarato:  “Essere in grado di produrre Kinder Bueno proprio qui in Nord America ci aiuterà a sfruttare il nostro straordinario momento storico e continuare a soddisfare la domanda dei consumatori“.

Ferrero ha effettuato investimenti significativi in ​​Nord America, tra cui l’ampliamento della sede centrale nordamericana nel New Jersey e la creazione di nuovi centri di distribuzione in Pennsylvania, Arizona e Georgia. Lo scorso autunno a Bloomington, l’azienda ha inaugurato il suo primo impianto di lavorazione del cioccolato al di fuori dell’Europa e all’inizio di quest’anno ha annunciato un’espansione delle operazioni nel suo stabilimento di Brantford, in Ontario.
La nuova struttura aprirà nel 2024.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: