Il Gruppo Ferrero dona 10 milioni ed accelera la costruzione del nuovo ospedale

D’abitudine il Gruppo Ferrero non pubblicizza le azioni di solidarietà che mette in campo, ma in questo caso la donazione di 10 milioni al commissariato nazionale per l’emergenza, guidato da Domenico Arcuri, non è passata inosservata, andandosi ad aggiungere a quelle di altre importanti aziende concentrate a supportare il proprio territorio o la propria regione.
Molti quindi i media che hanno riportato la notizia, approfondendo quanto il colosso dolciario sta facendo per il Piemonte: non solo la donazione di 10 milioni, ma anche un’accelerata alla costruzione dell’Ospedale di Verduno, comune a metà strada tra Alba e Bra, che va avanti da anni e sarà intitolato a Michele e Pietro Ferrero.

L’inaugurazione della struttura era prevista per giugno, ma l’emergenza Coronavirus ha portato a velocizzare i lavori, per poter aprirne almeno una parte nel giro di pochi giorni. Due i piani in via di allestimento, dove verranno disposti 200 posti letto di degenza per i pazienti che hanno bisogno di ossigeno e 40 di terapia intensiva.
Tra un paio di settimane il COVID Hospital di Verduno dovrebbe essere pronto e permettere il trasferimento di malati dalle strutture ospedaliere piemontesi ormai al collasso.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.