Nella seconda ondata del COVID, la società di gestione Maghetti supporta l’AIME

Con quasi 50 anni di storia nel Vendig, la Maghetti è una delle più grandi società di gestione italiane, particolarmente presente nell’area di Milano, Varese e Novara.
Da sempre attenta alle esigenze del territorio e delle parti sociali più fragili, nei mesi della pandemia la Maghetti si è mostrata particolarmente sensibile, compiendo gesti concreti a favore delle categorie più esposte.

Proprio sul finire dell’anno, l’azienda ha risposto all’appello dell’AIME, Associazione Imprenditori Europei di Varese, di cui è tra i soci fondatori, ed ha donato 100 test rapidi per la diagnosi del COVID a due realtà di Varese: 50 tamponi rapidi sono stati consegnati alla Casa Circondariale di Varese per contribuire alla sicurezza dei detenuti e degli operatori e altri 50 sono stati donati all’Associazione Sanità di Frontiera di Varese, che offre gratuitamente una prima assistenza sanitaria a persone senza fissa dimora.  Un gesto ancora più apprezzabile in questa seconda fase dell’epidemia da COVID che ha visto scemare l’ondata di solidarietà che aveva caratterizzato i primi mesi dell’emergenza.

Luigi Fusaro titolare e presidente della Maghetti ha affermato: “Riteniamo che sia nei momenti di maggiore difficoltà che si deve fare più forte il senso di solidarietà tra le persone e la vicinanza alle realtà del nostro territorio. La nostra azienda ha più di 45 anni di storia e da sempre sostiene le realtà locali e le associazioni che si prendono cura delle persone più fragili. Abbiamo scelto di donare dei test rapidi, strumenti oggi fondamentali per il contenimento del Covid-19, come gesto reale e tangibile di vicinanza alle realtà di Varese”.

4/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: