Si chiude il secondo filone dell’inchiesta sulla gara del Policlinico di Bari

10-10-2013 – Anche il secondo filone dell’inchiesta sulla gara d’appalto per i distributori automatici installati nel Policlinico di Bari si conclude con una sentenza  positiva per gli imputati.
Il GUP del Tribunale di Bari ha stabilito che “il fatto non sussiste“,  assolvendo tre imputati e prosciogliendone altri 4 da ogni accusa e chiudendo in questo modo una vicenda partita nel 2007 da un’indagine della Polizia Tributaria sulla gara d’appalto per l’installazione di distributori automatici in alcune sedi dell’ASL di Bari. A seguito delle indagini era emerso che la gara non era stata eseguita regolarmente, ma risultava inquinata da accordi tra le ditte partecipanti i cui legali rappresentanti risultavano riconducibili a più società coinvolte nella corsa all’aggiudicazione dell’appalto. La stessa turbativa d’asta si era riproposta nella successiva gara del 2010.
Parte di questa vicenda si è conclusa già a gennaio scorso con l’assoluzione di Lea Cosentino, detta Lady Asl,  ex direttore generale dell’Azienda Sanitaria. Adesso, la seconda sentenza assolve le altre parti in causa e chiude un iter durato oltre 5 anni.

Clicca qui per leggere la News del 07 novembre 2012 e del 18 gennaio 2013 che ripercorrono le tappe della vicenda.

logo-asl-bari

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: