Caffè Moak all’Executive Master PMI della Cattolica di Milano

18-12-2014 – Moakazienda modello per giovani imprenditori e manager  è salita in cattedra all’Executive Master PMI dell’Università Cattolica Sacro Cuore di Milano.
A testimoniare il processo di crescita aziendale dell’industria di torrefazione siciliana è stato il suo fondatore e Presidente di Moak Holding Giovanni Spadola che, durante l’incontro ha raccontato la sua avventura imprenditoriale e in particolare il ruolo che ha avuto nella delicata fase del passaggio generazionale.
Credo che il processo di crescita aziendale – ha spiegato Giovanni Spadola durante il suo intervento ad Altis – determini inevitabilmente anche una serie di cambiamenti direzionali e organizzativi. In questi anni ho seguito la politica, anche per mia indole, dell’imprenditore non accentratore, che ha basato la gestione aziendale su un modello di delega, soprattutto durante la delicata fase del cambio generazionale.
Il mio ruolo è stato quello di accompagnare i miei figli e i miei collaboratori in un processo evolutivo che era necessario perché Moak potesse fare un salto in avanti, ripensando a volte anche in modo critico, ma confrontandoci e dialogando, al nuovo assetto che l’azienda doveva avere
”.
Oggi Moak, nata nel 1967 come impresa individuale, con poco più di due collaboratori, è diventata una Holding ed è presente in ben 60 Paesi.
Un successo – ha detto il Presidente del Gruppo Moak – che è frutto di un processo evolutivo non solo dal punto di vista direzionale, ma anche di organizzazione aziendale che ha puntato sull’innovazione e sulla modernizzazione, mantenendo comunque forte il legame con il territorio e valorizzando il proprio capitale intellettuale, donne e uomini che sono la vera anima di un’azienda”.
Un plauso e un ringraziamento a Giovanni Spadola è stato espresso dal Dottor Frank Cinque, Managing Director di Altis, che ha spiegato ai partecipanti – figli di imprenditori che si preparano ad assumere crescenti responsabilità nell’impresa e collaboratori di imprenditori dotati di alto potenziale, destinati ad assumere in futuro un ruolo sempre più rilevante – quanto sia importante il ruolo dell’imprenditore nel processo di crescita aziendale e quanto la testimonianza diretta di chi fa impresa rappresenti, in queste occasioni, un importante momento di formazione e di reciproco scambio di vedute, di riflessioni e possibili innovazioni da introdurre anche nella propria azienda.
giovanni-spadola

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: