Fiore di Puglia. Dissequestrata la merce: non era mangime!

11-09-2013 – Arrivano dopo mesi i risultati delle  indagini del Pubblico Ministero della Procura di Trani, Michele Ruggiero, con il netto riconoscimento della bontà dei tarallini prodotti dall’Azienda pugliese Fiore di Puglia, che nell’ottobre scorso era finita nella bufera di uno scandalo che non aveva ragione di essere.
Come molti ricorderanno il Corpo Forestale dello Stato a settembre dello scorso anno eseguì un’ispezione nello stabilimento di Corato. Ritenendo che la crusca rinvenuta, normalmente usata come mangime animale ed utilizzata dalla Fiore di Puglia per asciugare i pavimenti, fosse un ingrediente dei tarallini, bloccò l’attività e sequestrò la merce stoccata nello stabilimento, affidando all’ASL l’esecuzione delle analisi.
L’eco della notizia, rimbalzata in poche ore sulla stampa nazionale, ha arrecato non pochi danni all’Azienda e nonostante i risultati delle analisi, giunti dopo pochi giorni, fossero completamente a suo favore, il lavoro che l’Azienda ha dovuto compiere per riabilitare il proprio nome agli occhi dei consumatori è stato enorme.
D’altra parte basta poco per far scoppiare un allarme, mentre è più complesso farlo rientrare, soprattutto quando i media non danno alla smentita lo stesso spazio e la stessa eco dell’accusa.
A distanza di quasi un anno, l’indagine si è conclusa con la piena assoluzione dell’azienda di Corato perchè “il fatto non sussiste” e anche la merce sequestrata è stata restituita all’Azienda. Ma Fiore di Puglia potrà mai reinserirla sul mercato? Può fidarsi della condizioni igienico-climatiche in cui è stata tenuta in tutti questi mesi?

Questo l’amaro commento di Giuseppe Fiore fondatore dell’Azienda:
La nostra produzione è sempre stata di qualità e rispetto delle norme – ci dice Giuseppe Fiore, patron dell’azienda – e le analisi dimostrano questo perfettamente. Nessun comportamento illecito è stato perpetrato ed a testimonianza di questo i numerosissimi controlli ai quali siamo continuamente sottoposti. Il danno per la nostra azienda è stato enorme. Ora ci si continuerà a risollevare con il grande lavoro da parte di tutti e con un’azienda che ha dovuto ricostruire tassello dopo tassello la propria immagine pulita, macchiata da semplici illazioni che non hanno trovato nessun fondamento“.

Nell’allegato, la comunicazione della Fiore di Puglia.    CHIUSURA INDAGINI FIORE DI PUGLIA.pdf

LogoFiore

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: