I dipendenti della Sangemini reclamano la nuova proprietà

15-11-2013 – Giornata di sciopero oggi alla Sangemini, che fa seguito all’assemblea tenutasi ieri, in cui è emerso in maniera ancora più evidente il timore della dichiarazione di  fallimento dell’Azienda.
I lavoratori chiedono che la vecchia proprietà si faccia da parte, lasciando spazio alla cordata formata da gruppo Norda-Gaudianello, Unicredit e Tramite (Gruppo Castelli).
Otto ore di sciopero, proclamato da Cgil, Cisl e Uil, per tentare l’ultima carta in attesa della decisione del Tribunale.

logo-sangemini

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.