Nespresso amplia il suo centro di produzione di Romont in Svizzera

Nespresso ha annunciato un investimento di 160 milioni di franchi per espandere il suo centro di produzione Romont in Svizzera per soddisfare la crescente domanda dei consumatori e sostenere lo sviluppo internazionale nei prossimi anni.

Nonostante i tempi difficili in cui abbiamo vissuto tutti, questo investimento strategico a lungo termine riconferma il continuo successo commerciale e la leadership di Nespresso nel segmento del caffè porzionato, in cui abbiamo aperto la strada nel 1986“, ha dichiarato Guillaume Le Cunff, CEO di Nespresso . “Dimostra anche il nostro costante impegno per le nostre radici svizzere e per lo sviluppo economico a lungo termine della regione e del paese, con cui condividiamo valori di qualità, innovazione e competenza“.

La costruzione del secondo capannone di produzione è prevista per giugno 2021. Il risultato sarà una capacità aumentata di 10 nuove linee di produzione dedicate alla produzione di caffè Nespresso per le gamme Vertuo e Professional e la creazione di 300 nuovi posti di lavoro diretti nei prossimi 10 anni aumentando l’occupazione di terzi e lo sviluppo delle imprese locali e regionali. Le prime nuove linee di produzione dovrebbero essere pienamente operative entro giugno 2022.

Negli ultimi due anni, Nespresso ha rafforzato le sue attività a Romont con l’aggiunta di 4 nuove linee di produzione e la creazione di 50 nuovi posti di lavoro, mentre ha inaugurato un nuovo centro di sviluppo prodotti e un campus di caffè nel 2018, promuovendo l’innovazione e l’esperienza del caffè.

Negli ultimi 10 anni, oltre ai continui investimenti nelle sue attività, Nespresso ha investito 700 milioni di franchi nei suoi tre centri di produzione con sede in Svizzera nei cantoni di Vaud e Friburgo.

Grazie a Nespresso, Romont è diventato il riferimento per il caffè. Questo nuovo investimento è un dono per un’intera regione e la ricerca di un’avventura straordinaria. Spetta a noi, leader politici, garantire che tutti trovino il loro posto in uno sviluppo sano e sostenibile” ha dichiarato Willy Schorderet, prefetto della Glâne.

Negli ultimi 10 anni Nestlé ha investito, in media, 300 milioni di franchi all’anno nelle sue infrastrutture e operazioni in Svizzera. Fortemente radicata nel suo paese d’origine, Nestlé ha 11 centri di produzione e 4 siti di ricerca e sviluppo situati in Svizzera.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.