Un prodotto alimentare su 4 è 100% italiano

14-02-2019 – Gli ultimi dati  dell’Osservatorio Immagino della Nielsen riportano che nel 2018 c’è stato un vero e proprio boom dell’italianità con 1 prodotto alimentare su 4 (25,1) identificato dal marchio 100% italiano.
La crescita nell’anno appena trascorso è dell’8,6%, un dato che porta Coldiretti a sottolineare che l’italianità è il fenomeno di maggior richiamo, con le vendite dei prodotti alimentari identificati come nazionali che sono arrivate a superare i 6,4 miliardi di euro.

Ne è prova anche il fatto che 2/3 degli italiani si mostrano disponibili a pagare almeno fino al 20% in più per garantirsi l’italianità del prodotto, secondo l’indagine Coldiretti/Ixè. Per tutelare i consumatori contro gli inganni, con l’approvazione definitiva del DL Semplificazioni da parte del Parlamento è diventato finalmente legge l’obbligo di indicare in etichetta l’origine di tutti gli alimenti, per valorizzare la produzione agroalimentare nazionale e consentire scelte di acquisto consapevoli. La norma – sottolinea la Coldiretti – consente di estendere a tutti i prodotti alimentari l’obbligo di indicare in etichetta il luogo di provenienza geografica ponendo fine ad una situazione contradditoria in cui ¼ della spesa è anonima. L’obbligo vale infatti per la carne fresca ma non per quella trasformata in salumi, per l’ortofrutta fresca ma non per succhi, marmellate e legumi in scatola, per il miele ma non per lo zucchero.

Una scelta giustificata dai primati qualitativi e di sicurezza conquistati dell’agroalimentare nazionale che secondo la Coldiretti chiude il 2018 con un bilancio di 5.056 prodotti tradizionali censiti dalle Regioni, 294 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg, la leadership europea nel biologico con oltre 60.000 aziende agricole bio, 40.000 aziende agricole impegnate nel custodire semi o piante a rischio di estinzione, la più vasta rete mondiale di mercati degli agricoltori sotto l’unica insegna con Campagna Amica e il primato della sicurezza alimentare mondiale con il maggior numero di prodotti agroalimentari con residui chimici regolari (99,4%).

100% italiano

Precedente Cattelan Distributori Automatici sostiene l'associazione La Viarte
Il prossimo Bonus Formazione 4.0. Le novità del 2019

Autore

Potrebbe piacerti anche

Italia 0 Commenti

I distributori automatici “Made in Carcere” vincono a EXPO

09-10-2015 – Il progetto “Distributore automatico di solidarietà” ideato da Officina Creativa, società cooperativa sociale che ha dato vita al brand “Made in Carcere”, ha vinto il concorso  WE – Progetti per le

Attualità Italia 0 Commenti

Lutto nel mondo del caffè

03-09-2013 – È venuto a mancare l’ultimo dei figli di Antonio Quarta, fondatore della torrefazione salentina Quarta Caffè. Pino Quarta aveva saputo raccogliere il frutto dei sacrifici del padre e,

Italia 0 Commenti

È toccato agli studenti riscrivere le regole dei capitolati di gara

06-02-2018 – Su proposta della Città Metropolitana di Torino, l’Università, l’Ufficio V dell’USR – ambito di Torino, il DoRS Centro di Documentazione Regionale per la Promozione della Salute della Regione Piemonte

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.