Vending e sana alimentazione. Il successo del progetto “CosaFainMensa?” di Fainplast

Nell’ambito delle attività legate al welfare e dalla collaborazione dell’azienda picentina di compund Fainplast col dott. Mariani è stato sviluppato il progetto “CosaFainMensa?”, promosso attraverso il branch Socially Fainplast per aiutare i dipendenti nell’operare scelte sane per il loro break durante la giornata di lavoro.
CosaFainMensa? nasce da un’idea del dr. Mauro Mario Mariani, medico chirurgo, specialista in angiologia, tra i massimi esperti in terapia chelante e stress ossidativo, e di Roberta Faraotti, responsabile comunicazione istituzionale e responsabilità sociale di Fainplast, che hanno sviluppato insieme un progetto tanto semplice quanto innovativo.
All’interno dei distributori automatici, presenti nell’area break e gestiti da Liomatic, sono state inserite vaschette di frutta da 160 grammi, quanto basta per fornire un apporto di zuccheri semplici e di energia, necessari per dare la giusta carica, senza appesantire, in maniera sana ed equilibrata. La frutta è confezionata dall’azienda Orsini & Damiani e proviene dal territorio marchigiano a seconda della stagionalità; è tagliata in pezzi ed è servita con la relativa posata per il consumo sul posto.
L’iniziativa, che crescerà con l’inserimento di ulteriori referenze come i pinzimoni misti a base di verdure o le insalate arricchite con frutta secca, ha avuto un grande riscontro tra i dipendenti della Fainplast, anche perché le vaschette sono erogate ad un prezzo più che accessibile: solo un euro per il dipendente e la differenza pagata dall’azienda.
Nei due mesi precedenti il lockdown sono state vendute oltre 1.300 vaschette di frutta, un numero che si presuppone verrà mantenuto nonostante lo smart working, grazie anche al supporto del dott. Mariani che continua a dare il suo contributo, tenendo online quelle lezioni di sana alimentazione che, nella fase pre-COVID, i dipendenti potevano seguire direttamente in azienda.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.