In Piemonte e Puglia due incidenti sul lavoro legati al mondo del caffè

27-05-2019 Due incidenti in pochi giorni, due episodi che vedono coinvolte macchine per il caffè, una macchina da bar e un distributore automatico, ritenute responsabili dei fatti accaduti in Piemonte e in Puglia negli ultimi giorni, a seguito dei quali un uomo è morto e due persone sono rimaste ferite.
In Piemonte l’incidente è avvenuto in un bar/trattoria dove due addetti della ditta di manutenzione stavano lavorando vicino alla macchina da caffè, quando vi è stata una scarica elettrica che ha provocato la morte per folgorazione di uno degli addetti e il ferimento dell’altro, che era suo figlio. A quanto pare la causa sarebbe il malfunzionamento della presa elettrica alla quale la macchina era collegata.
In Puglia, invece, l’incidente ha riguardato un distributore automatico che, a quanto riportano le cronache locali e nazionali, sarebbe letteralmente esploso, ustionando una persona, identificata dai media come il caricatore dei distributori collocati all’interno di un negozio cinese, prossimo all’inaugurazione.
In realtà, la persona ferita e ricoverata all’ospedale Vito Fazzi di Lecce non avrebbe nulla a che vedere con la società di gestione. Si tratterebbe di un addetto del negozio che stava sistemando la merce sugli scaffali e che, a fine lavoro, avrebbe deciso di prendere un caffè alla macchinetta. L’esplosione sarebbe avvenuta proprio nel momento in cui l’uomo ha pigiato il tasto di selezione.
In entrambi i casi si tratta di episodi rarissimi nel mondo delle macchine del caffè e del vending e che, proprio per questo suscitano particolare clamore, riempiendo le cronache con un’evidenza maggiore rispetto a quanto accade, purtroppo quotidianamente, in altri ambiti lavorativi. Nel 2018 ci sono stati in Italia 703 morti sul lavoro nei settori agricoltura, che è al primo posto, seguita dall’edilizia e dagli autotrasporti. Un dato su cui riflettere.

Ecco i dati Anmil, l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi sul Lavoro  

incidenti

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.