Acqua Frasassi nelle nuove bottiglie 0,50 lt in rPET 50% riciclato 100% riciclabile

L’acqua Frasassi, che risale in superficie dopo avere attraversato per decenni antichissime rocce calcaree, purificandosi ed acquisendo caratteri peculiari di limpidezza e di elementi minerali durante il lungo percorso, si riveste di una nuova concezione e confezione, la bottiglia realizzata per il 50% in rPet, ossia il massimo previsto dalle attuali norme vigenti, e in largo anticipo sulla tabella di marcia del settore.

La bottiglia da 0,50 lt, in distribuzione da settembre nelle varianti naturale e frizzante, risulta così riciclata al 50% e riciclabile al 100%.

Lo stabilimento Frasassi si trova nelle Marche, all’interno del Parco Naturale Gola della Rossa e di Frasassi, un’area dalla natura incontaminata, protetta da fonti inquinanti in cui è garantita l’integrazione tra l’uomo e la tutela dell’ambiente naturale.

Con questa nuova iniziativa Acqua Frasassi organizza un progetto corposo e deciso, Frasassi ReFriends, un circolo virtuoso che si occupa delle tematiche ambientali a tutto tondo, definito in 8 punti:  1#Re.Pet – Bottiglia in materiale 50% riciclato/100% riciclabile; 2#Re.spect – Rispetto per la natura; 3#Re.duce – Riduzione dei consumi; 4#Re.use – Riutilizzo della plastica nel massimo consentito dalla legge; 5#Re.educate – Informare e invitare al riciclo; 6#Re.clean – Supporto a progetti di salvaguardia del territorio; 7#Re.cycle – Tutti gli elementi che compongono il packaging sono riciclabili 100%; 8#Re.park – Realizzazione di Frasassi Park, area giochi in plastica riciclata.

Questo non fa che aumentare il già cospicuo valore intrinseco del prodotto: si tratta infatti, come dimostrano studi e controlli costanti e accurati, di un’acqua oligominerale equilibrata, povera di sodio, con una buona dose di calcio.

Un’acqua quindi indicata per tutti, dai lattanti perché idonea per la preparazione dei loro  alimenti, ai più anziani, garantita dalle più importanti certificazioni già ottenute da Acqua Frasassi: ISO 9001:2015 per la qualità; ISO 14001:2015 per l’impegno concreto nel minimizzare l’impatto ambientale dei processi, prodotti e servizi; BRC – British Retail Consortium per la sicurezza alimentare; IFS – International Food Standard per la conformità alle specifiche contrattuali e ai requisiti di legge. Ed è in arrivo a breve anche EPD – Environmental Product Declaration, a garanzia delle informazioni che il produttore fornisce a distributori e clienti su impatto e requisiti ambientali, e offrire così a tutti strumenti utili a fare scelte sempre più consapevoli.

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.