Acqua Sant’Anna premiata con il Sustainability Award

Acqua Sant’Anna arricchisce il suo ricco palmares con il Sustainability Award che premia il concreto impegno di Alberto Bertone, Presidente e Amministratore Delegato, nel ricercare soluzioni sostenibili per lo sviluppo dell’azienda.
Per Acqua Sant’Anna innovazione significa soprattutto trovare misure e processi produttivi idonei per la salvaguardia dell’ambiente. Basti pensare che oltre dieci anni fa – quando non era ancora “scoppiato” il fenomeno del green – Sant’Anna è stata la prima azienda a realizzare una bottiglia di acqua minerale rivolta al mass market senza neanche una goccia di petrolio, ma realizzata con un biopolimero di origine vegetale, che conserva le stesse caratteristiche tecniche delle comuni plastiche, ma si dissolve dopo l’uso in meno di 80 giorni nel compost – Sant’Anna Bio Bottle.

Acqua Sant’Anna è stata quindi selezionata tra le 100 eccellenze italiane nel campo della sostenibilità secondo Forbes, nella classifica stilata da Credit Suisse e Kon Group, attraverso la rigorosa misurazione, con il rating Esg, dei risultati raggiunti  in termini di sostenibilità intesa in un’accezione globale.

Difatti, l’approccio sostenibile di Acqua Sant’Anna riguarda più ambiti: preferenza per la logistica su rotaia, impiego di robot a guida laser elettrici anziché a gasolio per la gestione del magazzino, stabilimento costruito secondo i principi della bioarchitettura e bioedilizia…fino al trasporto con camion ecologici di ultima generazione, alimentati a LNG o GNL gas naturale liquefatto. Inoltre, i robot a guida laser incaricati della movimentazione delle merci in stabilimento, oltre a garantire una precisione superiore al 99,5%, rispettano l’ambiente (funzionano con batterie ricaricabili anziché utilizzare carburante) e, grazie ad un’innovativa tecnologia tutta made in Italy, aumentano la sicurezza sul lavoro, eliminando incidenti alle persone e danni alle cose.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: