B20: il nuovo carburante realizzato con gli scarti di caffè

21-11-2017 – Dalla collaborazione tra la compagnia petrolifera Shell e l’azienda britannica bio-bean specializzata nel riciclo di scarti di caffè, è nato un nuovo combustile rinominato B20, contenente – come suggerisce il nome – il 20% di olio di caffè.
Questa  nuova fonte di energia green (ottenuta essiccando gli scarti di caffè trasformati poi in olio) a partire da ieri 20 novembre, viene utilizzata per alimentare alcuni bus londinesi: senza effettuare alcuna modifica al motore si potrà utilizzare il B20 al posto della tradizionale benzina.
Grazie a questa soluzione si potranno riciclare i resti della lavorazione del caffè che, di norma, per essere smaltiti provocano forti emissioni di C02.
Una soluzione davvero innovativa e rivoluzionaria che potrebbe facilmente essere esportata anche nel nostro Paese dove, ogni anno, si consumano circa 39 miliardi di tazze caffè; un numero davvero notevole che permetterebbe, sicuramente, di ridurre nettamente l’inquinamento ambientale.
Ad oggi sono stati prodotti 6.000 litri di olio di caffè capaci di alimentare un autobus per circa un anno; data l’elevata quantità di caffè consumata in Italia con il B20 si potrebbe dare una grande mano all’ambiente.

B20

B20

Precedente Bando di gara Comune di Bologna
Il prossimo HorecaTv.it. Intervista ad Host allo stand Officina Aromatica

Autore

Potrebbe piacerti anche

Sostenibilità 0 Commenti

Coca-Cola si impegna a realizzare packaging sostenibile

24-01-2018 – Dopo la presentazione della plastic strategy da parte della Commissione dell’Unione Europea che intende, tra le altre cose, triplicare entro il 2030 il volume di plastica riciclata rispetto a quello del

Sostenibilità 0 Commenti

La tazzina da caffè fatta di… caffè

05-10-2015 – Quando si parla di riciclo – anche nel mondo del caffè – per lo più s’intende il riutilizzo del materiale che compone un oggetto per crearne uno nuovo,

Sostenibilità 0 Commenti

Premiato il bio sacchetto delle Lay’s di PepsiCo

02-10-2018 –  PepsiCo e Danimer Scientific hanno ricevuto l’importante riconoscimento Innovation in Bioplastics Award da parte della Plastics Industry Association per aver sviluppato congiuntamente un sacchetto biodegradabile e compostabile per le

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.