B20: il nuovo carburante realizzato con gli scarti di caffè

21-11-2017 – Dalla collaborazione tra la compagnia petrolifera Shell e l’azienda britannica bio-bean specializzata nel riciclo di scarti di caffè, è nato un nuovo combustile rinominato B20, contenente – come suggerisce il nome – il 20% di olio di caffè.
Questa  nuova fonte di energia green (ottenuta essiccando gli scarti di caffè trasformati poi in olio) a partire da ieri 20 novembre, viene utilizzata per alimentare alcuni bus londinesi: senza effettuare alcuna modifica al motore si potrà utilizzare il B20 al posto della tradizionale benzina.
Grazie a questa soluzione si potranno riciclare i resti della lavorazione del caffè che, di norma, per essere smaltiti provocano forti emissioni di C02.
Una soluzione davvero innovativa e rivoluzionaria che potrebbe facilmente essere esportata anche nel nostro Paese dove, ogni anno, si consumano circa 39 miliardi di tazze caffè; un numero davvero notevole che permetterebbe, sicuramente, di ridurre nettamente l’inquinamento ambientale.
Ad oggi sono stati prodotti 6.000 litri di olio di caffè capaci di alimentare un autobus per circa un anno; data l’elevata quantità di caffè consumata in Italia con il B20 si potrebbe dare una grande mano all’ambiente.

B20

B20

Precedente Bando di gara Comune di Bologna
Il prossimo HorecaTv.it. Intervista ad Host allo stand Officina Aromatica

Autore

Potrebbe piacerti anche

Sostenibilità 0 Commenti

Accordo tra Barilla e Italia Zuccheri

15-01-2014 – La filiera del grano duro e quella della barbabietola da zucchero si integrano nell’ambito di un accordo siglato da Barilla con Coprob, la Cooperativa dei Produttori Bieticoli. L’estensione

Sostenibilità 0 Commenti

Solo energia pulita per Acqua Lete

11-12-2013 – Acqua Lete S.p.A. ha stretto un accordo con E.ON Energia attraverso il quale utilizzerà solo energia verde per l’intero processo di produzione della sua acqua minerale. Si tratta

Sostenibilità 0 Commenti

Tetra Pak lancia il brick riciclabile al 100%

05-12-2014 – Sarà il primo cartone in ambito alimentare realizzato interamente da materiali rinnovabili a base vegetale. La nuova versione del contenitore Tetra Rex è stata realizzata dalla svedese Tetra Pack

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.