Bevande proteiche. Confermata l’aliquota IVA al 22%

aliquota IVA07-02-2019 – L’Agenzia delle Entrate ha confermato l’applicazione dell’aliquota IVA al 22% per le bevande proteiche e i gel energetici, ovvero per specifici prodotti nutrizionali ed integratori alimentari per i quali si poteva presupporre l’applicazione dell’aliquota agevolata al 10%.
L’Agenzia ha approfondito la specificità delle referenze su sollecitazione di un’azienda produttrice di questo tipo alimenti, che aveva posto il quesito al legislatore, inviando campioni affinché fossero sottoposti ad analisi da parte di tecnici dell’AdE e, di conseguenza, venissero correttamente classificati.
Oltre ad una serie di alimenti proteici in gel, è stata sottoposta ad analisi anche una bevanda proteica Ready To Drink, pratica e gustosa, a base di latte scremato e proteine del latte, povera di grassi e carboidrati, con edulcorante. Ideale come spuntino spezza fame o come drink nel post-workout.
Il 28 gennaio scorso, l’Agenzia ha risposto precisando che le indicazioni contenute in etichetta, stabiliscono che tali  prodotti sono utilizzati per contrastare stanchezza e affaticamento durante gli sport e rafforzare la funzionalità muscolare; le stesse non fanno menzione a malattie, disturbi o sintomi specifici per i quali i prodotti devono essere utilizzati, pertanto la classificazione come medicamento è esclusa.
Esse vanno, invece, annoverate tra i prodotti alimentari allo stato liquido atti ad essere consumati direttamente come bevande, classificazione supportata, inoltre, da un parere di classifica del 1998 dell’Organizzazione Mondiale delle Dogane.
Alla luce della classificazione doganale dei prodotti in argomento, l’Agenzia delle Entrate ritiene che agli stessi si renda applicabile l’aliquota IVA ordinaria del 22%.

Leggi qui la Risposta+n.+12+del+2019  dell’Agenzia delle Entrate

Precedente Lavazza e Napoli: chiude oggi il progetto di riqualificazione urbana
Il prossimo Da ora Your Best Break anche con l'app cinese Alipay

Autore

Potrebbe piacerti anche

Norme e Leggi 0 Commenti

Ministero della Salute: no al ritiro di farmaci da banco al d.a.

19-03-2019 – Federfarma, associazione di categoria dei titolari di farmacie, aveva sottoposto al Ministero della Salute un’iniziativa commerciale che il sindacato riteneva dubbia dal punto di vista normativo. Si tratta

Norme e Leggi 0 Commenti

CONFIDA. L’AdE conferma aliquota 10% per l’O.C.S.

22-11-2016 – Con la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 103/E del 17 novembre 2016 si ribadisce la sostanziale assimilazione agli altri distributori automatici degli apparecchi funzionanti a cialde o a capsule,

Norme e Leggi 0 Commenti

Parte dal 10 ottobre la sperimentazione del vuoto a rendere

02-10-2017 – Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale viene confermata la sperimentazione del sistema “vuoto a rendere” a partire dal 10 ottobre prossimo. Si tratta di una prassi di vecchia

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.