Caffè sempre più green e gestione 4.0: l’innovazione di Caffè Trucillo anche nel Vending

Il caffè prodotto dalla torrefazione Trucillo, che nel 2020 celebra il 70° anniversario di attività, è sempre più green, grazie all’imponente impianto fotovoltaico recentemente entrato in funzione nello stabilimento alle porte di Salerno.
Grazie alla partnership con Enel X, le pregiate miscele nascono oggi da uno stabilimento d’avanguardia in grado di autogenerare ben il 72% del suo fabbisogno energetico, attraverso i 350 pannelli fotovoltaici con materiali di ultima generazione che producono 134.000 kWh/anno.
L’impianto fotovoltaico da 100 kWp non solo permette all’azienda di risparmiare risorse, ma anche e soprattutto di ridurre le emissioni di CO2 di 100.000 kg in un anno.
L’energia necessaria per tostare, macinare e confezionare il caffè, arriva direttamente dal sole del centro Italia. Un sofisticato sistema di telegestione permette il monitoraggio da remoto in real time del corretto funzionamento dell’impianto, e di ottenere un servizio di diagnostica predittiva utile a individuare eventuali criticità e a indirizzare tempestivamente le adeguate operazioni di manutenzione.


DA UN IMPIANTO GREEN UNA LINEA DI
CAFFÈ VENDING DI QUALITÀ


Oltre all’ampia gamma di caffè in grani destinati al canale Ho.Re.Ca., la torrefazione Trucillo realizza una linea di caffè porzionato in cialde e capsule e una referenza in grani in pacco da chilogrammo studiata per la Distribuzione Automatica.
Si tratta di una miscela dal carattere intenso e deciso, studiata per l’utilizzo nel canale vending e realizzata con una selezione dei migliori Robusta, che ne enfatizzano il corpo, e di Arabica, che donano un aroma intenso dal retrogusto di cioccolato e frutta secca.
La crema persistente e il gusto rotondo e ricco conferiscono alla miscela una sublime corposità secondo la vera tradizione italiana.
La miscela Vending di Caffè Trucillo è adatta per chi ama un caffè corposo dall’aroma intenso.


TRUCILLO VERSO UN CAFFÈ 4.0


Proprio per migliorare la gestione di tutti i processi produttivi e seguire la propria inclinazione verso l’innovazione, l’azienda Trucillo sta compiendo importanti investimenti per portare a termine un modello di produzione integrata che consentirà di far dialogare tra loro le macchine in produzione e tutte le funzioni aziendali, per raggiungere un livello superiore di efficienza dei processi. Obiettivo: gestire tutte le informazioni attraverso un sofisticato software in grado di fotografare l’esistente e indicare la strada verso un continuo efficentamento. Questo consentirà di continuare a premere sull’acceleratore della qualità: non solo qualità di prodotto, riconosciuta a Trucillo da migliaia di prestigiosi clienti in Italia e in 40 Paesi del mondo; ma anche qualità di servizio.

A tutto questo si è aggiunto contestualmente un investimento di circa due milioni di euro per acquistare macchinari predisposti a una tecnologia 4.0, ovvero in grado di dialogare con un software per raccogliere ed elaborare dati che consentono di migliorare costantemente l’efficienza attraverso l’automazione.
Anche la recente migrazione sul cloud di tutti i dati dimostra la lungimiranza dell’azienda, come spiega Andrea, parte della terza generazione della famiglia Trucillo:
La maggior parte delle aziende salva i dati in un server locale. Grazie al nostro Dna di viaggiatori, ma anche alla consapevolezza di un mondo che cambia velocemente, anche con fatti assolutamente imprevedibili, abbiamo deciso di passare al cloud oltre un anno fa, perché avevamo bisogno di poter condividere informazioni nel modo più semplice e rapido possibile, sempre e ovunque ci trovassimo. Proprio grazie al cloud siamo stati in grado di affrontare l’emergenza coronavirus in tempi rapidissimi, perché eravamo già pronti. Tutti i nostri collaboratori stanno lavorando da casa senza problemi.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: