Carla Falato, responsabile operativo del progetto RiVending, giunto a 6.000 installazioni

Dal 1° gennaio è Carla Falato il nuovo responsabile operativo del progetto RiVending, un ruolo ricoperto negli ultimi due anni da Marco Sandro.
Carla Falato è figlia di Giuseppe, uno dei pionieri del settore, fondatore negli anni ‘70 di DAF (Distribuzione Automatica Friuli), scomparso solo due settimane fa, dopo un lungo percorso nel mondo della Distribuzione Automatica, alla quale ha insegnato professionalità e valori umani.

È proprio nell’azienda di famiglia che Carla ha iniziato a lavorare sin dal 1993, esperienza che ne fa una profonda conoscitrice delle dinamiche e delle problematiche connesse alla gestione operativa della Distribuzione Automatica. Inoltre, nel 2001 è entrata a far parte del Consiglio Direttivo di Confida e dal 2017 collabora con FAS International, uno dei leader mondiali della produzione di distributori automatici.
Con questo importante bagaglio professionale e con la sua visione del Vending proiettata al futuro, Carla Falato entra a far parte del progetto RiVending, voluto da CONFIDA, Corepla e Unionplast.

Nell’ultimo anno, il progetto RiVending è cresciuto sensibilmente ed è già presente sul territorio nazionale con 6.000 cestini installati in scuole, università, uffici pubblici e aziende. Grandi marchi come Amadori, Barilla, ENI, Max Mara, Orogel e tanti altri hanno aderito al progetto, installando i cestini per il riciclo anche nelle loro aziende.
L’obiettivo finale del progetto è il cosiddetto “cup2cup” ossia l’utilizzo della plastica riciclata per produrre nuovamente bicchieri e il primo bicchiere in plastica riciclata per i distributori automatici è già stato fabbricato. Il prossimo passo sarà dare il via ai test di laboratorio che consentiranno al bicchiere riciclato di ottenere l’autorizzazione al contatto alimentare al fine di mettere in commercio il prodotto.

Con questo progetto – ha commentato Carla Falato – il settore della distribuzione automatica per primo dà una risposta concreta agli obiettivi europei di riduzione della plastica monouso. Con il riutilizzo dello stesso materiale per la produzione di nuovi bicchieri infatti aumenta il tasso di riciclo e si riduce il quantitativo di plastica vergine immessa sul mercato.”

Carla Falato si fa quindi portavoce dell’impegno per la Sostenibilità delle imprese di gestione, un impegno che rientra nella sua visione del Vending come settore innovativo e proiettato al futuro. Idee emerse già dieci anni fa dalle interviste realizzate da Fabio Russo per Vending TV nel corso della Vending Cruise del 2011 e che riproponiamo qui per approfondire la conoscenza del nuovo referente dei gestori per il progetto RiVending.

 

 

0/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: