CDA fa scuola: formazione per i talenti del futuro

11-12-2018 – Anche nel corso di tutto il 2018 è continuato l’impegno di CDA, Cattelan Distributori Automatici di Talmassons (UD), nella generazione di valore per il territorio, con progetti che vedono protagonisti i giovani da introdurre nel mondo del lavoro.

Proprio quest’anno ha preso il via un corso di formazione post diploma nel settore agroalimentare, in cui CDA è partner del MITS, Istituto Tecnico Superiore Malignani di Udine. L’obiettivo principale della Fondazione MITS è formare figure tecniche professionali di livello post-secondario che rispondano alle esigenze del mondo del lavoro e possano trovare un’immediata collocazione: CDA collabora all’iniziativa per il corso “Tecnico superiore per il settore agroalimentare” e, nell’ambito del progetto, mette a disposizione due manager per la formazione dei giovani partecipanti nell’arco dei tre anni di corso.
L’impegno di CDA nella valorizzazione dei talenti si concretizza anche nello scouting e formazione diretta di nuove risorse specializzate: «Recentemente abbiamo individuato un nuovo collaboratore neodiplomato, che è stato assunto in azienda part-time, per consentirgli di frequentare il percorso triennale sul settore agroalimentare al MITS» cita come esempio Fabrizio Cattelan, CEO di CDA.

Quello con il mondo della scuola è un legame a doppio filo, di cui il corso MITS è solo l’ultimo approdo: negli ultimi anni, la collaborazione dell’azienda friulana con il tessuto formativo locale si è concretizzata anche con l’adesione al progetto di alternanza scuola-lavoro, che vede gli studenti delle scuole superiori ospitati alla CDA tre volte l’anno, e una collaborazione continuativa per gli stage delle Università di Udine e Trieste.
«Il nostro obiettivo è quello di far decollare il link scuola-lavoro e dare la possibilità agli studenti di aprire la propria visione» dichiara Cattelan. «Spesso, infatti, esiste uno scollamento tra la preparazione scolastica e le attitudini necessarie a operare nel mondo del lavoro: colmare questo gap aiuta i lavoratori di domani a essere maggiormente consapevoli nelle scelte e preparati ai cambiamenti in atto».

Dal 2014 CDA è inoltre attiva con le ultime classi degli istituti superiori del Friuli Venezia Giulia sul fronte della sensibilizzazione al tema della Responsabilità Sociale d’Impresa, una collaborazione avviata sotto la guida di Animaimpresa (associazione no profit promotrice della CSR in FVG), con il primo percorso verso la comprensione del bilancio sociale e del bilancio di genere.
Si sono concluse proprio in questi giorni le attività 2018, che hanno coinvolto classi ad indirizzo “Amministrazione, finanza e marketing” e  “Sistemi informativi e aziendali”, accompagnati in uno speciale percorso di studio.
Ad oggi sono oltre 200 studenti friulani che hanno potuto avvicinarsi al tema della Responsabilità Sociale d’Impresa in modo critico, attraverso le giornate di formazione periodicamente organizzate presso l’azienda: porte aperte per apprendere finalità e tecniche di redazione di un bilancio sociale e di sostenibilità, discutere dell’importanza delle implicazioni di natura etica all’interno della visione strategica d’impresa e constatare come le pratiche di sostenibilità siano continuamente attuate e rendicontate nel rispetto di adeguati indicatori internazionali.

Da anni sensibile alle tematiche della sostenibilità e a quelle più ampie della Corporate Social Responsibility, l’azienda del settore vending CDA di Talmassons è stata reclutata alle edizioni 2017 e 2018 del Salone della CSR e dell’innovazione Sociale, presso l’Università Bocconi di Milano, per presentare come best practice un proprio progetto di economia circolare per il riciclo dei fondi di caffè, derivanti dai distributori automatici.

Nel percorso di costante impegno verso questi temi, le cui pietre miliari sono i bilanci sociali e di sostenibilità che CDA presenta ormai dal 2011, si è concretizzato l’inserimento in azienda e la formazione di una CSR Manager. Una figura professionale affacciatasi solo recentemente nel panorama imprenditoriale italiano, specie nel settore vending.
La CSR Manager Eleonora D’Alessandri arriva da un percorso di crescita interno all’azienda: già responsabile marketing, si è specializzata a Milano con il corso di Alta Formazione ALTIS dell’Università Cattolica. D’Alessandri si occuperà di accompagnare CDA nella strada già intrapresa, conciliando gli obiettivi economici con il contributo che l’impresa può dare alla comunità, al territorio e a tutti i portatori di interesse.

CDA

Precedente Bando di gara IC "G. Rovani" di Sesto San Giovanni (MI)
Il prossimo Dolci nelle feste: uno strappo alla regola si può, ma senza esagerare

Autore

Potrebbe piacerti anche

Aziende 0 Commenti

Anche Balocco riceve il premio “Save the Brand”

10-11-2016 – Nell’elenco delle aziende italiane eccellenti stilato dall’osservatorio di ICM Advisors è presente l’azienda Balocco che la scorsa settimana ha ricevuto il premio per la “Redditività del branded business” in occasione

Aziende 0 Commenti

Alla Firenze Marathon si beve Acqua San Benedetto

27-11-2015 – Acqua Minerale San Benedetto continua ad associare il suo nome allo sport e a sposare i più importanti eventi podistici italiani come la Firenze Marathon, imperdibile evento, irrinunciabile per

Aziende 0 Commenti

Cambio ai vertici per The Coca-Cola Company

19-12-2016 – The Coca-Cola Company ha di recente annunciato la  nomina di James Quincey come prossimo CEO al posto di Muhtar Kent, il quale dopo 8 anni lascia l’incarico ma non

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.