Coca-Cola ci riprova e rilancia in Giappone la versione Fiber +

Già nel 2007 Coca-Cola aveva lanciato una versione Plus dell’iconica bevanda con le bollicine, che però non aveva avuto fortuna: in Giappone non venne apprezzata, mentre negli USA ci furono problemi con la FDA (Food & Drug Administration), secondo la quale per chiamarsi Plus una bevanda deve contenere almeno il 10% in più dei nutrienti presenti in bevande comparabili.
Sebbene Coca-Cola affermasse che la sua bevanda/novità fosse in linea con la richiesta, la Coca-Cola Plus cominciò a diventare sempre più rara sugli scaffali fino a scomparire del tutto nel 2011.

Novità di queste ultime settimane è il ri-lancio in Giappone di una nuova versione di quella sfortunata bevanda, che è stata chiamata Coca-Cola Fiber + e rientra nel segmento del FOSHU – Food of Specified Health Use, ovvero quegli alimenti che presentano specifiche caratteristiche salutari e migliorano il sistema immunitario di soggetti particolari, magari perché sofferenti di determinate patologie che necessitano un supporto. Nulla a che vedere con i multivitaminici o gli integratori: in questo caso, a fare la differenza è la completa assenza di zucchero e la presenza di fibre, come la destrina indigeribile, fonte di fibre alimentari.
Secondo il Dr. David Machiels, direttore del dipartimento R&S di Coca-Cola Japan, la funzione FOSHU della nuova Coca-Cola Plus Fiber è innegabile, pur mantenendo inalterato il gusto della bibita tradizionale, dalla quale si differenzia per il colore bianco, scelto proprio per sottolineare le sua proprietà benefiche.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.