Dirittura d’arrivo per il nuovo Codice della Strada

01-12-2016 – Dovrebbe essere approvato entro Natale e definitivamente il nuovo Codice della Strada, già passato nel 2014 e rimasto sospeso fino ad ora, grazie all’intervento del presidente della commissione Trasporti del Senato, Altero Matteoli, che ha messo a calendario la sua discussione finale.
Molte le novità contenute, soprattutto nella direzione della sicurezza stradale con un forte inasprimento delle sanzioni e nuove regole che coinvolgono direttamente le case automobilistiche.
La prima novità riguarda il ritiro patente, previsto ora anche in casi che contemplano la consueta detrazione dei punti. Ad esempio, chi viene beccato alla guida mentre usa lo smartphone, rischia il ritiro della patente per un periodo che va da 15 giorni a due mesi; inoltre, in caso di incidente, il telefonino potrebbe essere sequestrato per verificare se il suo uso possa esserne stato causa.
Il ritiro della patente è abbinato alla relativa multa (comminata in base all’infrazione commessa) sanzioni che nel nuovo Codice della Strada subiscono un aumento del 30%.
Potrebbe, inoltre, diventare obbligatoria l’installazione della cosiddetta “scatola nera” a bordo, attraverso la quale tracciare percorsi e movimenti dell’automezzo. In questo senso, potrebbero essere coinvolte le case automobilistiche, obbligandole ad installare di serie alcuni dispositivi tecnologici per la sicurezza: vivavoce integrato, segnalatore di invasione della corsia opposta e di avvicinamento al margine della strada, frenata automatica di emergenza, specchietto che elimina l’angolo cieco, sistemi antisonno come lo sterzo che vibra.
Potrebbe, inoltre, entrare in vigore un nuovo regolamento per i dispositivi di controllo della velocità, disponendo gli Autovelox nei soli punti di reale pericolo e con precisa e ben visibile indicazione dei limiti di velocità.

Diventa opportuno per chi gestisce flotte aziendali informare dettagliatamente gli autisti sulle nuove norme e su rischi e sanzioni a cui vanno incontro in caso di infrazione: il ritiro eventuale della patente comporta l’impossibilità a svolgere il proprio lavoro per chi opera all’esterno dell’azienda. Pensiamo ad esempio agli ARD e ai tecnici.

Codice della Strada
Codice della Strada

 

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: