FLO SpA presenta GeaCalix al summit Single Serve Capsule di AMI

Flo SpA, sempre più impegnata nella ricerca e sviluppo di prodotti tecnicamente evoluti e rispettosi dell’ambiente, ha presentato al mercato GeaCalix, la nuova capsula compatibile con i sistemi Nespresso appartenente a GEA, la famiglia di capsule compostabili di nuova generazione.

GeaCalix è stata presentata da Tazio Zerbini, Direttore Ricerca e Sviluppo del gruppo Flo nel corso del Single Serve Capsule, il virtual summit globale organizzato dal 9 all’ 11 marzo da AMI (Applied Market Information Ltd), storica società di consulenza specializzata in ricerche di mercato e studi di settore sul packaging, il maggior riferimento internazionale per il mercato del caffè monoporzionato.

Nata dalla partnership con Natureworks LLC, azienda leader mondiale nella produzione di biopolimeri tecnici, GeaCalix è l’unica capsula sul mercato ad essere prodotta con PLA Ingeo cristallizzato, un biopolimero tecnicamente evoluto derivato dalla raffinazione dello zucchero contenuto nel mais – nella sua parte non dedicata al consumo alimentare umano – ma anche dalla barbabietola da zucchero e dalla canna da zucchero. Un materiale resistente nel tempo che non presenta effetti di invecchiamento, che unisce sostenibilità ambientale a performance eccellenti e garantisce un’erogazione del caffè ottimale, paragonabile alle migliori capsule sul mercato.

“La capsula GeaCalix – ha spiegato Tazio Zerbini – rientra perfettamente tra i prodotti della ‘Bioeconomia circolare’, quella nuova tendenza dell’economia che predilige l’utilizzo di materie prime di origine naturale e rinnovabili, che dopo l’uso possano essere riciclate o compostate”.

Naturale e funzionale al compostaggio industriale secondo la EN13432, GeaCalix rappresenta un modo pratico, efficace e sostenibile per restituire al terreno tutto il caffè in essa contenuto. Il vero vantaggio non è solo la sua trasformazione in compost ma soprattutto il recupero del caffè, corrispondente all’80% del peso totale della capsula, fertilizzante eccellente che arricchisce il compost di sostanze importanti per la crescita dei vegetali.

Ottime performance di erogazione garantite dall’ingegneria della capsula, prodotta in termoformatura, tecnologia che permette l’accoppiamento di più strati di materiali differenti. Il risultato è una capsula multistrato tecnologicamente avanzata in cui lo strato più esterno è morbido e aderisce perfettamente alla macchinetta del caffè evitando fuoriuscite di gocce d’acqua; lo strato intermedio funge da barriera all’ossigeno e mantiene inalterate le caratteristiche organolettiche del caffè nel lungo periodo; lo strato più interno risulta rigido al tatto e conferisce robustezza alla capsula, in questo modo contrasta la deformazione provocata dalla pressione esercitata durante l’erogazione del caffè.

GeaCalix è inoltre certificata OK Biobased 4 STARS, che corrisponde ad una quantità di risorse di origine naturale superiore all’80% del totale, il massimo livello raggiungibile.

“Il mercato delle capsule – ha concluso Tazio Zerbini – è stato solo parzialmente influenzato dalla situazione di emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Le capsule per il consumo professionale e in ufficio hanno perso volumi, compensati con i consumi domestici, che sono aumentati, per cui il saldo alla fine è stato positivo. Confidiamo che il mercato possa apprezzare questo prodotto, così come le altre capsule appartenenti alla famiglia GEA compatibili con i sistemi Lavazza e Keurig, frutto di anni di studi e ricerche e dei relativi investimenti.”

La capsula GeaCalix è disponibile in una gamma di 6 colori pastello.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: