Furti a raffica a danno dei distributori automatici della Ristoda di Frosinone

Non si contano i furti (con scasso) avvenuti nelle ultime settimane ai distributori automatici della società di gestione Ristoda di Frosinone, che ha calcolato in 25.000 euro l’ammontare del danno subito.
Solo nell’ultima settimana, a finire nel mirino dei ladri sono stati più distributori collocati all’interno dell’azienda sanitaria nel dipartimento di psichiatria dell’Asl di Via Fabi, alle palazzine C-D, Q, ai servizi veterinari e alla direzione generale.  In precedenza, sono stati colpiti i distributori automatici dell’ospedale ed ancor prima alcuni istituti scolastici ed attività commerciali del centro.
Inutili le ricerche delle forze dell’ordine che, nonostante le telecamere di sicurezza, non sono state in grado di individuare gli autori, che si muovono nella notte coperti da cappuccio e mascherina.

Il titolare della Ristoda, avvilito da una situazione che ormai va avanti da tempo ha dichiarato “Siamo sfiniti non è più possibile lavorare in questo modo, la Ristoda è destinata a chiudere“.

L’aumento di questi fatti di cronaca è lo specchio del difficile periodo economico generato dalla pandemia: si potrebbe sicuramente trattare di ladri professionisti, ma a volte è la disperazione a spingere ad azioni di questo tipo, sebbene mai giustificabili.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: