Giappone. Sesso, Gatti & Vending, che passione!

06-09-2019 – Conosciamo bene la grande passione dei giapponesi per i distributori automatici: se ne trova uno (e più di uno) ad ogni angolo di strada e sono forse la modalità d’acquisto preferita dal popolo nipponico.  Anche perché vi si può trovare di tutto: dai cibi più strani agli oggetti più disparati. E anche quando sembrerebbero vendere referenze che anche in Occidente risultano reperibili alla vending machine, i giapponesi vi aggiungono sempre un tocco di originalità.

Un esempio? I distributori automatici di sexi toys. Ne troviamo tanti anche da noi e lavorano con le stesse modalità di quelli giapponesi: dispositivo per la maggiore età, tendina che nasconde i prodotti, accessibili solo agli adulti ecc. Il tocco in più è un monitor su cui non passa la pubblicità, ma… le istruzioni per l’uso, come per qualsiasi altro prodotto. Mentre il cliente di turno sceglie ed attende l’erogazione del suo sexi toy preferito, sul monitor scorre un tutorial su come utilizzarlo!

Dalla passione a luci rosse a quella per i gatti, che i giapponesi venerano considerandoli animali sacri e che, per questo motivo, coccolano e vezzeggiano, al punto che intorno al gatto si è sviluppato un fiorente mercato, colto anche dal Vending.
Kitan Club, produttore di giocattoli in capsula di plastica destinati ai distributori automatici, ha lanciato vere e proprie linee di cappellini per gatti, dei quali i giapponesi sono veri e propri collezionisti.

Ci sono quelli ispirati alle pecore

 

oppure ai conigli

 

alla festa degli innamorati

o semplici bandane

Si può essere puritani o animalisti, ma bisogna ammettere che il mondo del Vending giapponese è davvero stravagante!

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.