La Commissione UE approva le regole dell’ecodesign per gli elettrodomestici

[df-subtitle]Anche i distributori automatici dovranno applicarle[/df-subtitle]

07-10-2019 – Dopo un lungo iter, la Commissione europea ha approvato le nuove regole sull’ecodesign che riguardano l’efficienza energetica di tutta una serie di elettrodomestici: frigoriferi e refrigeratori adibiti alla vendita diretta in generale (e quindi i distributori automatici del freddo), lavatrici, lavastoviglie, display elettronici (compresi i televisori), fonti luminose apparecchiature di controllo separate, fonti di alimentazione esterne, motori elettrici…
Tra le 10 regole sono particolarmente interessanti le misure adottate per la prima volta circa la riparabilità e riciclabilità degli apparecchi, con l’obiettivo di allungare la loro vita e la gestione dei rifiuti (RAEE).

Le nuove regole, che sono alla base dell’ EU’s Energy Union priority, saranno pubblicate nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione nelle prossime settimane e andranno in vigore 20 giorni dopo la pubblicazione.
La Commissione Ue stima che queste misure, insieme a quelle sugli ecolabel sull’efficienza energetica adottate l’11 marzo scorso, permetteranno di risparmiare 167 TWh all’anno entro il 2030, pari a oltre 46 milioni di tonnellate di CO2 equivalente. Ad esso si  aggiunge il risparmio derivato dalle misure sull’ecodesign e l’etichettatura energetica per un totale di circa 150 Mtep (milioni di tonnellate equivalenti di petrolio) entro il 2020, il che nel totale significa per i  consumatori un risparmio medio che potrebbe arrivare a 285 euro all’anno sulla bolletta energetica.

I produttori di distributori automatici non sono impreparati rispetto alle nuove regole, peraltro annunciate da tempo, e già adottano misure per la riduzione dei consumi energetici delle macchine. Il problema sono i distributori automatici di vecchia generazione che risultano non adeguati alle nuove misure, rendendo necessario la loro sostituzione o adeguamento con costi che ricadranno sui gestori.
L’Associazione Europea del Vending (EVA) ha seguito a Bruxelles l’intero percorso della normativa sull’Ecodesign, confrontandosi con i legislatori circa l’impatto che essa avrebbe avuto sul Settore della Distribuzione Automatica.
A questo tema abbiamo dedicato un articolo nel n° 38 della nostra rivista Vending News, nel quale l’EVA illustra tutti gli aspetti della normativa.

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.