Nel 2018 l’Italia è il secondo paese fornitore di caffè in Ucraina

Ucraina
17-05-2019
– Secondo quanto riferito dall’AISE (Agenzia Internazionale Stampa Estero), nel 2018 le importazioni di caffè torrefatto in Ucraina sono aumentate sia dal mondo (+11%), che dall’Italia (+23%). Secondo il Servizio di Statistica dell’Ucraina, le importazioni totali hanno raggiunto la cifra di 68,8 milioni di dollari; dall’Italia è stato importato caffè per un valore di 20,4 milioni.
Dati, spiega l’Ufficio Ice di Kiev, che fanno del nostro paese il secondo fornitore di caffè in Ucraina con una quota di mercato delle importazioni del 30%. Gli altri principali fornitori sono: Polonia (30%), Germania (14%) e Bulgaria (6%).
In termini di valore, il prezzo di caffè importato in Ucraina dal mondo nel 2018 è diminuito dell’1% rispetto all’anno precedente.

Precedente La rivincita di Ferrero: il suo olio di palma non è dannoso
Il prossimo Massimo Zanetti BG. Crescono le vendite nel primo trimestre 2019

Autore

Potrebbe piacerti anche

Mercato 0 Commenti

Granarolo entra nel comparto degli snack salutari

01-12-2016 – Il Gruppo Granarolo ha acquisito il 30% della San Lucio S.r.l., azienda proprietaria di GROKsì!, brand legato a un innovativo snack di formaggio cotto al forno, naturalmente senza lattosio

Mercato 0 Commenti

IVS Group acquista ramo d’azienda di Gruppo Argenta

12-01-2017 – IVS Group S.A. informa che la propria controllata IVS Italia S.p.A., al fine di accelerare il passaggio del servizio alla clientela oggetto dell’accordo tra IVS stessa e Nespresso Italiana

Mercato 0 Commenti

Barry Callebaut acquisisce D’Orsogna Dolciaria

25-07-2017 – La D’Orsogna Dolciaria è un’azienda produttrice di decorazioni dolciarie e basi per l’industria lattiero-casearia, dei gelati e della panetteria che ha sede in Abruzzo, nella città di San

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.