Nestlé cresce in Marocco ed investe nel caffè solubile

16-04-2018Nestlé è presente in Marocco con un suo stabilimento dal 1993 e in questi 25 anni ha già investito oltre 700 milioni di dirham (61,5 milioni di euro) nel Paese africano per ammodernare gli impianti, implementare nuove linee ed accrescere la produzione, soprattutto di caffè solubile.
Il segmento del caffè solubile rappresenta quasi il 35% del fatturato complessivo di Nestlé in Marocco (circa 88 milioni di euro all’anno) che nella fabbrica ubicata a El Jadida, 100 chilometri a sud di Casablanca, produce oltre 4.000 tonnellate di caffè solubile all’anno. Accanto alla produzione di caffè, quella di latte in polvere, ottenuto dalla lavorazione del latte fresco fornito dagli agricoltori locali e commercializzato col marchio Nida. Dal Marocco parte, inoltre, l’esportazione del caffè verso altri Paesi africani come Egitto, Libia, Algeria, Tunisia, Costa d’Avorio e Senegal.
Si comprende come Nestlé Maroc costituisca un’importante filiale per la multinazionale elvetica che ha deciso di continuare ad investirvi, avviando la produzione di un nuovo tipo di caffè solubile a marchio Nescafé Classic.

Nestlé

Nestlé

 

Precedente Da Ferrero la nuova Kinder Fetta allo Yogurt
Il prossimo A Roma il primo cluster di distributori automatici completamente cashless

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Estero 0 Commenti

Portogallo. Tassa sullo zucchero? No, sul sale

02-11-2017 – Il Portogallo si muove in controtendenza rispetto al resto d’Europa, progettando di introdurre a partire da gennaio 2018 un’accisa sul sale che colpirà soprattutto il segmento snack. A

Attualità Estero 0 Commenti

USA. Arriva il caffè freddo alla marijuana

24-06-2014 – Si chiama Legal ed è venduto nei migliori negozi dello Stato di Washington in bottiglia di vetro, simile a quella della birra. Il caffè freddo alla marijuana contiene

Attualità Estero 0 Commenti

Germania. Prezzi più alti, confezioni più piccole.

31-01-2017 – Un articolo pubblicato su Repubblica.it, mette in luce un particolare fenomeno dell’industria alimentare che riguarda il packaging e di cui si è occupato la Centrale per i consumatori di Amburgo,

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.