A Radio Capital Alberto Bertone racconta Acqua Sant’Anna

A partire dal 21 febbraio e per tutta questa settimana va in onda su Radio Capital un native radiofonico dedicato ad Acqua Sant’Anna costituito da interviste in pillole che presentano la storia e il successo dell’azienda.

I radio-ascoltatori potranno così sentire il racconto di una delle case history di maggior successo del made in Italy direttamente attraverso la voce di Alberto Bertone, fondatore e Presidente e AD di Acqua Sant’Anna Spa, l’artefice del successo dell’acqua più amata dagli italiani, intervistato dalla conduttrice Mary Cacciola.

Il progetto nasce dalla stretta sinergia e collaborazione tra la direzione marketing di Acqua Sant’Anna e l’emittente con l’obiettivo di valorizzare la storia aziendale e gli asset del successo attraverso pillole sotto forma di intervista della durata di 60” circa programmate nella fascia oraria 12.00/14.00 – 16.00/17.00.

La campagna su Radio Capital si interseca perfettamente nella strategia media di Acqua Sant’Anna, proponendosi come attività corporate parallela alle campagne focalizzate sui prodotti. Puntando sul target attento e competente di Radio Capital, le pillole presentano un approccio educational, accattivante e ricco di contenuti.

Protagonista delle interviste, Alberto Bertone racconta i 25 anni di Acqua Sant’Anna: una storia di famiglia iniziata nel 1996 con la scoperta delle qualità uniche dell’acqua che sgorga nel cuore delle Alpi Marittime, in provincia di Cuneo, e che oggi è sulle tavole di tutti gli Italiani e non solo. Alla base del successo di Acqua Sant’Anna, la più amata dagli italiani, ci sono i valori eccezionali di leggerezza, bassa percentuale di sodio e residuo fisso del prodotto, ma anche la strategia aziendale volta a continui investimenti in tecnologia per garantire la massima efficienza produttiva.

Da sempre l’azienda si è distinta per la ricerca di soluzioni sostenibili, dal lancio di Sant’Anna Bio Bottle, una bottiglia di acqua minerale con un packaging biodegradabile e compostabile che deriva dagli zuccheri contenuti nelle piante, fino alle scelte produttive e logistiche: l’utilizzo della logistica su rotaia, la movimentazione delle merci in magazzino con robot a guida laser elettrici non a gasolio a inquinamento zero, scelte architettoniche con materiali di legno e pietra per lo stabilimento, una flotta di camion alimentati a LNG, il meglio che il mercato attualmente offre in termini di autotrasporto sostenibile.

Oggi Acqua Sant’Anna Spa si presenta come un gruppo del beverage, attento alle esigenze e tendenze dei consumatori, con una gamma di formati di acqua diversi per ogni esigenza di consumo e con un ricco portfolio di bevande.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: