Bread for All: negli Emirati Arabi il vending per chi è in stato di necessità

Gli Emirati Arabi Uniti hanno lanciato l’iniziativa Bread for all: distributori automatici intelligenti dispensano pane gratuitamente 24 ore su 24 a persone in difficoltà.
Le macchine sono state collocate in alcuni centri commerciali di Dubai, a cui si può arrivare seguendo le indicazioni riportate su una mappa dedicata.
Il progetto è il risultato della visione del vicepresidente degli Emirati Arabi Uniti e sovrano di Dubai, lo sceicco Mohammed bin Rashid Al-Maktoum, che all’inizio della pandemia di COVID-19 aveva detto che “negli Emirati Arabi Uniti nessuno va a dormire affamato”.
Da qui questa iniziativa che funziona secondo il principio del “finanziamento comunitario a breve termine”. Si avvale, cioè, del libero contributo di chi vuole donare i distributori di pane, come ha fatto Khalaf bin Ahmed Al Habtoor, un uomo d’affari degli Emirati, che recentemente ne ha donato dieci.

I distributori funzionano in maniera semplice: chi ha bisogno, si avvicina alla macchina e sceglie tra pane arabo e panini, preme il pulsante “ordina” e la macchina prepara il pane in 1 minuto, erogandolo in un contenitore igienico.

Secondo Ali Al Mutawa, segretario generale dell’AMAF: “Questa iniziativa è un modello esemplare di una azione comunitaria innovativa che consente a tutti di partecipare, creando un movimento di beneficenza globale e rafforzando lo spirito di solidarietà tra i vari segmenti sociali. Non vediamo l’ora di ampliare l’ambito della cooperazione con i partner dell’iniziativa nella comunità locale per raggiungere il maggior numero di beneficiari”.

Bread for All, quindi, crea una rete di sicurezza sociale in cui tutti collaborano per tendere una mano a famiglie, individui e lavoratori bisognosi.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: