Canoni concessori e Covid: la ASP di Potenza concede lo sconto, ma…

Come riporta la cronaca locale, la trattativa relativa allo sconto sui canoni concessori tra l’Azienda Sanitaria locale di Potenza e i due gestori dei distributori automatici collocati nelle sedi di sua pertinenza, si è conclusa con una vittoria parziale di questi ultimi.
Vincitori della gara di appalto, suddivisa in due lotti e conclusasi nell’estate del 2020 con l’installazione delle macchine nelle varie sedi ASP, sono la Sigma srl e la Lucania Falcone Vending srl. I canoni concessori annui da versare erano stabiliti in 33.600,00 euro per la Sigma e 20.350,00 euro per la Lucania Falcone.

Una nuova ondata di epidemia da Covid, però, aveva causato, più o meno come nella prima ondata, la chiusura di alcuni locali e la drastica riduzione del personale in presenza. Pertanto, le due ditte avevano chiesto all’ASP una riduzione degli importi: il 93% per quanto riguarda la Sigma e il 92% per quanto riguarda la Lucania Falcone.

Per risolvere la questione e verificare la fondatezza delle richieste, l’amministrazione dell’ASP ha avviato un controllo incrociato dei dati relativi al numero delle battute effettuate e dei corrispettivi inviati all’Agenzia delle Entrate.
A conclusione dei controlli, l’ASP ha stabilito che il calo degli incassi c’era stato, ma non in percentuale tale da giustificare un abbattimento così importante dei canoni. Pertanto, alle due ditte è stata concessa la riduzione del 20% sui canoni fissati in sede di gara e richiesto il pagamento entro 7 giorni dei semestri arretrati.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: