Chiara Murano Sustainability & Safety Health Environmental Manager di Nespresso Italiana

Nespresso Italiana annuncia la nomina di Chiara Murano a Sustainability & Safety Health Environmental Manager (Sustainability & SHE Manager).
Chiara Murano entra a far parte del team italiano di Nespresso con il compito di coordinare i progetti di sostenibilità e di responsabilità sociale di impresa, per contribuire a raggiungere gli obiettivi di tutela dell’ambiente, del territorio e delle comunità che Nespresso pone al centro della propria strategia di crescita e di successo. Nel nuovo ruolo, che la vede alla guida del team Sustainability & SHE di Nespresso Italiana e in cui riporta direttamente al Direttore Generale di Nespresso Italiana Stefano Goglio, Chiara ha la responsabilità di continuare a portare avanti i progetti di economia circolare e di sostenibilità e di avviare nuove iniziative che rafforzino l’impegno di Nespresso nel generare valore positivo per l’ambiente e le comunità, e raggiungere la carbon neutrality nel 2022.

Al centro delle attività di Chiara Murano, le iniziative facenti parte del programma “Nespresso per l’Italia”, tra le quali il progetto “Da Chicco a Chicco”, che grazie alla riconsegna delle capsule esauste da parte dei clienti in Boutique consente di trasformare l’alluminio in nuovi oggetti e il caffè in compost per la coltivazione di riso donato da Nespresso a Banco Alimentare della Lombardia e del Lazio, e le collaborazioni con Legambiente e FAI – Fondo Ambiente Italiano.

Con la nomina di Chiara Murano, Nespresso conferma la sua attenzione per la valorizzazione dell’equilibrio di genere in azienda.
In Italia, infatti, il 67% dei dipendenti di Nespresso sono donne, le quali ricoprono il 50% delle posizioni manageriali nelle oltre 70 Boutique Nespresso e il 41% in Head Office. Un impegno, quello per promuovere l’uguaglianza sul luogo di lavoro e raggiungere la parità di genere all’interno del management, a cui Nespresso si dedica con l’obiettivo di raggiungere la piena parità entro i prossimi due anni.


Nel suo percorso di studi, una laurea con lode in Architettura presso il Politecnico di Torino, un dottorato di ricerca europeo in co-tutela tra Politecnico di Torino e Université Paris Est Cretèil Val de Marne sui temi della gestione sostenibile dell’ambiente e del territorio e un Executive Master in Business Administration presso SDA Bocconi School of Management. Dopo aver ricoperto incarichi didattici e di ricerca accademica presso il Politecnico di Torino, Chiara ha ampliato il suo percorso professionale in aziende come SAI Global, CESI e Det Norske Veritas (DNV) occupandosi sempre di sostenibilità.

Nel 2007, ha ricevuto il Premio di ricerca “Stefano Pieracci” dall’Associazione Italiana Scienze Regionali (AISRe) per un innovativo processo sperimentale di coinvolgimento degli stakeholder nell’ambito di un piano di sviluppo locale sostenibile, grazie al supporto delle tecnologie digitali. Chiara è autrice di oltre 20 pubblicazioni scientifiche a diffusione internazionale sui temi della sostenibilità e della responsabilità sociale di impresa, della valutazione ambientale strategica e dello sviluppo rurale sostenibile.

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: