Cialde di caffè “Zu Totò” (Riina). Sarà vero?

06-12-2017 – Starebbe prendendo forma un’idea imprenditoriale di Maria Concetta Riina, figlia del capomafia Totò Riina da poco deceduto, e di suo marito Antonio Ciavarello che vorrebbero fare il loro ingresso nel mondo del caffè, lanciando una linea di cialde dedicata al boss. “Zu Totò” sarebbe il nuovo brand, il cui arrivo è stato annunciato da Maria Concetta e da suo marito attraverso un post sulla loro pagina Facebook, poi rimosso.
La breve apparizione del post è stata sufficiente per scatenare il web dove la notizia ha avuto ampia eco suscitando, come immaginabile, anche molte polemiche.
Stando alle affermazioni della figlia di Riina riportate dalla cronaca, l’idea imprenditoriale sarebbe nata dalla necessità di trovare una fonte di reddito, dal momento che i beni della famiglia sono stati sequestrati e il marito Antonio, condannato a scontare ai domiciliari 6 mesi di carcere per una truffa risalente agli anni in cui viveva in Sicilia, non lavora.
La coppia con i loro tre figli, vive oggi in provincia di Brindisi, all’indirizzo riportato sul sito di e-commerce dove i neo imprenditori del caffè avevano intenzione di raccogliere gli ordini (la pagina non è attiva) e sul sito di crowdfounding, dove starebbero raccogliendo finanziamenti per intraprendere l’attività.
Gli investigatori hanno avviato le necessarie indagini per fare chiarezza sulla vicenda.

Maria Concetta Riina

Maria Concetta Riina

Precedente HorecaTv.it Intervista a Host con S. Lusetti di Foodness
Il prossimo Bauli vincitore assoluto del premio "Di Padre in Figlio"

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Italia 0 Commenti

US Open. Una vittoria tutta italiana

15-09-2015 – Non solo una finale tra due italiane agli US Open, ma anche uno sponsor testimonial dell’italianità nel mondo. Come sappiamo, gli US Open di tennis si sono conclusi

Attualità Italia 0 Commenti

Ladro Vending smascherato dal d.a.

22-05-2015 – Credeva di averla fatta franca e, dopo aver attraversato i corridoi dell’Università della Sapienza a Roma col volto coperto da cappello e sciarpa per non farsi individuare dalle

Attualità Italia 0 Commenti

Sangemini-Norda rimandati a settembre

04-07-2014 – A seguito dell’udienza e dell’adunanza dei creditori che si è tenuta venerdì scorso, il giudice del tribunale di Terni ha stabilito che ogni decisione sulla situazione Sangemini-Norda  venga

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.