È ORA. Dall’idea di un libro è nata una rete di imprese di gestione


Il 31 luglio del 2020 Gianpietro Vallorani, CEO della società di gestione Eurocedibe srl, ha pubblicato il libroÈ ORA!”, che racconta la storia dell’azienda di famiglia, i valori e lo spirito d’innovazione che l’hanno guidata in oltre 30 anni di attività.Un percorso durante il quale la Eurocedibe ha conservato la sua autonomia, non lasciandosi coinvolgere dalle dinamiche di acquisizione dei grandi gruppi, sebbene questo atteggiamento abbia comportato talvolta la rinuncia a contratti, soprattutto di carattere nazionale.

Il libro si conclude con un invito ai colleghi gestori ad unirsi per contrastare le politiche dominanti del mercato e rafforzarsi sul territorio attraverso una diversa strategia, fatta di collaborazioni e di azioni sinergiche tra le singole imprese.

Una call to action che ha stimolato la curiosità di alcune aziende di più parti d’Italia, che si sono confrontate su idee e valori fino a raggiungere un’unità di intenti, che è sfociata nella nascita di una rete di 7 imprese di gestione, suscettibile di crescere rapidamente visto l’interesse suscitato nel Settore.

Gli attuali aderenti sono Campagnari Service della provincia di Lecco, COIBA di Arezzo, Gruppo AG di Treviso, World Matic di Roma, Espresso Matt della provincia di Napoli, Sud Matic di Foggia, oltre alla Eurocedibe. Secondo i principi che regolano i rapporti tra gli appartenenti alla rete, ognuna delle imprese di gestione conserva la sua autonomia, sebbene le azioni intraprese siano regolate da un vero e proprio contratto, integrato da un regolamento che include 3 allegati: le zone coperte, il piano provvigionale per chi fa sviluppo commerciale, il listino dei prezzi da applicare.
Per il resto ogni società di gestione può muoversi sul territorio autonomamente e stringere accordi con potenziali clienti a livello nazionale, la cui gestione viene affidata d’ufficio al gestore che avrà dichiarato a monte quali sono le aree in cui è in grado di svolgere il servizio vending.

A tutto vantaggio dell’utilizzatore finale del distributore automatico è certamente la volontà della rete di interfacciarsi con il cliente, comprenderne le esigenze e costruire un’offerta personalizzata che lo soddisfi, piuttosto che imporre una configurazione standardizzata delle macchine che, nella maggior parte dei casi, non corrisponde ai bisogni dell’utenza. Un servizio tailor made, capillare sul territorio, costruito nel pieno rispetto dei colleghi” senza sovrapposizioni di aree e competitività sul territorio.


Per maggiori informazioni www.e-ora.it

5/5 (4)

Lascia una valutazione

Condividi su: