Grazie a Caffè Vergnano uno scarto della lavorazione del caffè diventa biogas

Nell’ottica di un percorso virtuoso intrapreso da anni, la torrefazione piemontese Caffè Vergnano compie un ulteriore passo avanti cedendo all’azienda agricola Valbona di Poirino il cosiddetto coffee silverskin, ovvero la pellicola che viene scartata nel processo di lavorazione del caffè.
Riutilizzandola, Valbona produrrà biogas, una miscela di metano e anidride carbonica impiegato per la produzione di energia elettrica, oltre che fertilizzante che andrà ad impiegare nei suoi campi, riducendo in questo modo la quantità di concimi chimici.

Si stima che in un anno potranno essere recuperate più di 100 tonnellate di silverskin, sufficienti per produrre circa 80.000 Kilowattore.

Fonte: ANSA

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: