Gruppo Illiria punta sull’innovazione sostenibile con la nuova unità di business CSR

Gruppo Illiria è uno dei principali player in Italia nel settore della distribuzione automatica, gestisce oltre 33.000 macchine tra vending machine e ocs, attraverso 13 filiali in 9 diverse regioni d’Italia e 530 persone occupate.  Negli ultimi anni ha fatto dell’innovazione e della sostenibilità i propri driver di crescita e in questi primi mesi del 2021 ha deciso di premere l’acceleratore ancora di più verso i processi che la portano ad essere impresa sostenibile, dedicando un’area alla Corporate Social Responsability.

Mario Toniutti, Vicepresidente di Illiria e Direttore Generale, racconta l’evolversi di questo percorso.

Cosa rappresenta per Illiria la Responsabilità Sociale d’Impresa? “Crediamo fortemente che le imprese debbano adeguare le proprie strategie e gli obiettivi di sviluppo in un’ottica sociale e ambientale, per questo abbiamo scelto di essere impresa sostenibile. Questo è ciò che ci impegniamo a fare ogni giorno, costruire un futuro capace di creare e rilasciare valore sull’ambiente, sulle persone e sulla comunità. Illiria è molto orientata all’innovazione, fondamentale per il nostro settore, ma applicata con costante attenzione alla sostenibilità. Questo costituisce il fattore chiave di successo del Gruppo”.

Perché avete deciso di aprire un’area CSR e chi se ne occupa? “Da anni il tema della sostenibilità accompagna le nostre strategie con attenzione sempre crescente; nel 2019 siamo giunti alla terza edizione del bilancio sociale che racconta il nostro impegno e gli obiettivi raggiunti. In passato abbiamo portato avanti molti progetti in questo ambito, ma era arrivato il momento di concentrare maggiormente gli sforzi e l’impegno, canalizzando tutto in un’area dedicata nella nostra organizzazione, con l’obiettivo di valorizzare i progetti attuali e quelli futuri. Carlotta Bortolin, dopo un percorso di crescita all’interno dell’azienda, è la persona che oggi si occupa nello specifico della CSR di Illiria”.

Quali sono i principali progetti che avete? “Alcuni progetti hanno una certa continuità nel tempo e li seguiamo da anni, come il “Free From”, atto a promuovere una sana alimentazione attraverso il distributore automatico, che insieme al progetto AIC per le intolleranze alimentari, la certificazione Bio e la nuova linea di prodotti Freschi&Freschissimi e a Km zero, dimostrano la nostra particolare attenzione verso il consumatore, offrendogli un corretto regime alimentare anche fuori casa. Ultimamente, inoltre, abbiamo stretto rapporti con l’Università di Udine appoggiando di corso di laurea in Scienza e Cultura del Cibo.
Continua anche l’attività di impiego degli scarti provenienti dai fondi di caffè delle nostre macchine per produrre energia rinnovabile. Sul tema ambientale l’impegno è alto; cito solo i principali progetti: “Non ti scordar di me”, programma educativo e di sensibilizzazione per un corretto riciclo dei materiali plastici e “RiVending”, promosso da Confida e Corepla, importante progetto di economia circolare che interessa i bicchieri di plastica e il PET.
Oltre a sostenere Bioforest, associazione che si occupa di riforestazione e tutela dell’ambiente in aree protette sia a livello locale che nel mondo, dallo scorso anno è partito un interessante programma per la preservazione della biodiversità attraverso il prezioso lavoro delle api, grazie all’adozione di alveari bio in Fvg. L’iniziativa è stata accolta positivamente anche da diversi nostri clienti che, come noi, credono nel poter fare la differenza anche compiendo piccole azioni.

Per il vostro personale, state facendo qualcosa? “Certamente. Le nostre persone rappresentano il capitale più prezioso verso il quale riserviamo sempre un occhio di attenzione. Durante il periodo di emergenza sanitaria, abbiamo messo in campo diverse attività volte principalmente a tutelare la salute e la sicurezza di tutti i collaboratori, come la stipula di un’apposita polizza sanitaria in caso di contagio da Covid-19.
Ora, sebbene l’attenzione alla sicurezza venga mantenuta sempre alta, vogliamo fare di più per far sentire loro la vicinanza dell’azienda in un momento che continua ad essere per molti complicato. Abbiamo quindi pensato di proporre diversi pacchetti che includono una serie di attività in 3 differenti ambiti della persona, che riguardano la conoscenza, la salute e l’intrattenimento.


Per saperne di più http://reportsostenibilita.gruppoilliria.it/

5/5 (2)

Lascia una valutazione

Condividi su: