Il distributore automatico vittima del topo nel carcere di Torino

07-11-2018 – Per una volta non è colpa del distributore automatico che, anzi, diventa vittima della generale carenza d’igiene nei locali della Pubblica Amministrazione, un fenomeno che comporta al gestore interventi rapidi e, naturalmente, ulteriori costi.
Il caso è quello rimbalzato su tutti i media in questi giorni: un topo si è introdotto all’interno di uno dei distributori automatici presenti nell’area spaccio del carcere Le Vallette di Torino, evidentemente spinto dalla tranquillità e dal calore della macchina. Fatto sta che il distributore è diventato a tutti gli effetti inutilizzabile e, anche solo a scopo preventivo, lo sono anche gli altri che lo affiancano a completamento del servizio di distribuzione automatica,  di cui usufruisce soprattutto il personale interno al penitenziario.
Per una volta, l’episodio non ha scatenato l’opinione pubblica contro i distributori automatici, ma ha evidenziato l’esasperata situazione igienica in cui versa la maggior parte dei locali della pubblica amministrazione, sulla quale si è chiesto un intervento immediato, proprio alla luce dello spiacevole caso verificatosi a Le Vallette.
Ci auguriamo che ogni qual volta in futuro si paleseranno casi di formiche, insetti volanti e topi nei distributori automatici ci si interroghi sulla salubrità dei luoghi pubblici (al primo posto scuole e ospedali) e si intervenga, anche per salvaguardare gli interessi dei gestori. Guarda il video girato all’interno dello spaccio!

distributore automatico

 

Precedente Vending TV - Intervista con Pio Lunel, Pres. Gruppo Gestori CONFIDA
Il prossimo Caffè Danesi ed ENEA. Nuove tecnologie per migliorare la qualità del caffè

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Italia 0 Commenti

Le capsule di caffè invadono i litorali. Ma sono capsule?

20-03-2018 – Il media locale Fregene Online è stato il primo a riportare una notizia che ha destato preoccupazioni per quel che riguarda la salute dei nostri mari e delle nostre

Attualità Italia 0 Commenti

Un crocifisso come piede di porco per scassinare il d.a.

25-10-2017 – “Non c’è più religione”, l’espressione molto usata per commentare fatti e azioni che vanno al di là della decenza, calza a pennello per quanto è accaduto nel piccolo

Attualità Italia 0 Commenti

La Repubblica di San Marino dice no alla plastica nelle scuole

01-04-2019 – Il progetto “San Marino libera dalla Plastica” è partito dalla Segreteria di Stato per l’Istruzione e la Cultura della Repubblica di San Marino che, attraverso un comunicato stampa,

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.