Il vicepresidente di Confindustria al governo: urgente evitare sugar e plastic tax

Nel corso dell’audizione alla Commissione Finanze della Camera dei Deputati, incentrato sulle problematiche da affrontare per superare la crisi economica legata al COVID, il vicepresidente di Confindustria, Emanuele Orsini, ha chiesto al Governo di evitare l’entrata in vigore di sugar e plastic tax, essendo queste “imposte che vanno in senso contrario agli obiettivi di sostegno alla liquidità e di stimolo alla ripartenza”.
Probabile slittamento al 2021 di plastics e sugar taxUna ripartenza condizionata per molti imprenditori dall’aumento dei prezzi delle materie prime.
Orsini ha fatto presente anche e soprattutto la condizione psicologica in cui si trovano gli imprenditori, che si sentono abbandonati a se stessi e privi di ogni certezza rispetto al futuro.
Numerose le richieste del vicepresidente: mantenere e potenziare le misure di sostegno alla liquidità e la moratoria di legge, allungando le sospensioni dei finanziamenti bancari fino alla fine del 2021; aumentare l’importo massimo annuale delle compensazioni fiscali ad almeno 2 milioni di euro per il 2021.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: