In Svizzera Nestlé taglia e delocalizza posti di lavoro

04-06-2018 – Il cambiamento era nell’aria e già a metà maggio si era avuta conferma che Nestlé stesse procedendo ad una ristrutturazione dei siti produttivi svizzeri, partita con l’annuncio della revisione dei turni di lavoro negli stabilimenti di Romont, Avenches e Orbe, a cui era seguito una manifestazione di una rappresentanza dei dipendenti davanti alla sede di Losanna.
Dai turni settimanali ai posti di lavoro il passo è stato breve: la multinazionale svizzera porta avanti il piano di ristrutturazione, annunciando di voler riorganizzare il settore informatico, concentrando le attività nella sede di Barcellona in Spagna, che per Nestlé rappresenta il polo dell’innovazione digitale.
Ciò significa che per il personale che lavora  nelle filiali di Vevey, Losanna e Bussigny sono previsti tagli, operati attraverso ricollocamenti interni, pensionamenti anticipati e sostegno per trovare una nuova occupazione in altre aziende del territorio, un po’ come è accaduto per la sede Perugina di San Sisto. Al centro dell’operazione ci sarebbero 500 posti di lavoro che andrebbero tagliati nei prossimi 18 mesi.
Contemporaneamente, per ciò che riguarda Nespresso, l’azienda prevede di tagliare ulteriori 80 posti di lavoro con l’obiettivo di  stabilire dei centri operativi in Spagna e Portogallo per il commercio online e la catena di approvvigionamento, oltre ad un centro d’eccellenza in Italia che si occuperà di coordinare e seguire le attività dei negozi. I dipendenti attualmente in Svizzera verranno sostenuti nella fuoriuscita dall’azienda o, in alternativa, potranno scegliere di essere trasferiti in uno dei centri esteri, tra Spagna e Italia.
A quanti hanno ipotizzato che Nestlé abbia intenzione di dismettere in Svizzera, l’azienda ha risposto confermando la volontà di continuare ad investire nel territorio elvetico, come dimostra l’annunciata apertura a Losanna di un nuovo centro di ricerca che dovrebbe portare lavoro a 800 persone.

Nestle

Precedente Venditalia 2018. Le novità di @spresso.it
Il prossimo Bianchi Industry insignita del premio "Company to Watch 2017"

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Estero 0 Commenti

Bulgaria. Rischio tassa su cibo spazzatura

02-11-2015 – Il Ministro della Salute bulgaro Petar Moskov ha presentato una proposta di legge che prevede l’introduzione di una tassa  sugli alimenti ad alto contenuto di zuccheri aggiunti, sale, caffeina

Attualità Estero 0 Commenti

UK. Singolare condanna per un ladro di vending machine

12-05-2015 – La Corte della città di Bury (Inghilterra) ha emesso una particolare sentenza nei confronti di  Russell Stansfield, ladro incallito di monete dai distributori automatici, soprattutto parchimetri, più volte beccato

Attualità Estero 0 Commenti

Regno Unito – Allarme per succhi di frutta alla cocaina

17-12-2013 – La Food Standard Agency ha lanciato l’allerta per una partita di succhi di frutta prodotti nei Caraibi, contaminata da altissimi livelli di cocaina. Non destinati all’esportazione, non si

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.