UK. Saviour Snack. Una start-up fa concorrenza alle macchinette

26-11-2013 – L’idea è di Sara Dembitz, fondatrice di Saviour Snack, una start-up che cerca sul mercato gli snack più sani e li spedisce direttamente ai consumatori in pratiche box multiprodotto.
Sara Dembitz ha sviluppato l’idea perché insoddisfatta dall’offerta di spuntini presente soprattutto nei distributori automatici nei luoghi di lavoro: troppi grassi, troppi zuccheri, troppe calorie e ingredienti poco salutari.
Ha così pensato di cercare sul mercato i prodotti migliori da un punto di vista nutrizionale, comporli in box e venderli su una piattaforma online con consegna diretta al destinatario. Vasta scelta di spuntini selezionati e bilanciati, privi di grassi idrogenati, additivi, coloranti e conservanti, OGM, eccessi di sciroppi di glucosio, glutammato monosodico.  E per i più esigenti anche box Vegan, Kosher, senza lattosio e senza glutine.
L’idea di business potrà essere anche originale, ma parte da un concetto di vending un po’ superato, dal momento che la maggior parte dei distributori automatici offre oggi alternative sane oltre che snack tradizionali, con la comodità di comprare ciò che si desidera in un particolare momento e senza obbligo di fare scorte.
Saviour Snack, che in Italia è ancora poco diffuso, non potrà fare grande concorrenza al vending ma uno degli slogan usati per promuoverlo recita: Positive alternative to the vending machine.

saviour-snack

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: