Incendio allo stabilimento Madama Oliva. Ingenti i danni

29-11-2018 – Un grosso incendio si è sviluppato l’altra notte nello stabilimento dell’azienda Madama Oliva, leader nella lavorazione delle olive da tavola, lupini, snack vegetali e biologici, che esporta in tutto il mondo.
L’incendio potrebbe essere stato causato da un cortocircuito provocato da un frigorifero, ma su questa ipotesi indagheranno le autorità competenti. Quel che è certo è che i danni sono ingenti, dato il propagarsi delle fiamme, nonostante l’immediato tentativo degli operai, che hanno provato a spegnerle, e dei vigili del fuoco, intervenuti sul posto insieme  alla polizia stradale di Carsoli, agli operatori della Croce Rossa di Carsoli in servizio al 118  e ai carabinieri delle caserme del circondario. Fortunatamente non ci sono feriti e almeno una parte della struttura è stata salvata dal rogo, grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco.

Ricordiamo che Madama Oliva è presente nel Vending con snack to go in confezioni adatte alla Distribuzione Automatica. Ci auguriamo che l’azienda possa riprendere al più presto le attività.

Madama Oliva

 

 

Precedente Brita sponsor principale della prima edizione di Milan Coffee Festival
Il prossimo Manifestazione d'interesse Liceo "A. Labriola" di Napoli

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Italia 0 Commenti

Sangemini: futuro incerto per 30 lavoratori

05-08-2014 – Nonostante i buoni presupposti dell’accordo raggiunto a marzo scorso tra la vecchia proprietà e il Gruppo Norda, resta incerto il futuro di 30 dipendenti della Sangemini, rimasti fuori

Attualità Italia 0 Commenti

Fac-simili dei 50 euro accettati nei cambiamonete

22-01-2014 – È accaduto a Napoli e ha fatto immediatamente scattare l’allarme tra tabaccai, bar e sale giochi dove le macchinette cambia-soldi sono necessarie e fortemente utilizzate. Questa volta non

Attualità Italia 0 Commenti

Restituiti i beni alle titolari della Remida SpA

10-10-2017 – I fatti risalgono a maggio 2016, quando la Guardia di Finanza di di Riccione, a seguito delle indagini condotte dal Nucleo della Polizia Tributaria, avevano portato a termina un’operazione denominata

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.