Lo street coffee è la nuova area ristoro

Cambia la tipologia delle aree ristoro britanniche, soprattutto di quelle autostradali come la frequentatissima A49, e si avvicinano a un nuovo concept di break: ambulante, rapido, economico e di qualità.
Non è raro anche in città come Londra imbattersi in chioschi su ruote attrezzati di macchine per il caffè e poco altro – qualche snack e delle bottiglie d’acqua – dove gli ordinati inglesi si mettono in fila per prendere il loro caffè, che sia un espresso da consumare sul posto o un bicchierone da portare via.
Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con un simpatico signore titolare di uno di questi chioschi su ruote, il quale ogni mattina, sabato e domenica esclusi, sosta per qualche ora a Old Street,  una via del centro di Londra molto trafficata, giusto il tempo di servire la colazione ai passanti frettolosi.
Ciò che ci ha colpito è il mix di prodotti di qualità condensati in uno spazio così piccolo, che ancora una volta premiano il Made in Italy. Il veicolo è un Ape della Piaggio, la coffee machine un’Astoria, il caffè un’ arabica monorigine e il brand del decaffeinato è Illy.
Eppure il signore non è un italiano trapiantato nel Regno Unito, bensì un intraprendente slovacco che ha trovato la giusta via – è proprio il caso di dirlo – per abbattere i costi (paga una tassa comunale minima), offrire un prodotto di qualità a un prezzo competitivo (un espresso costa solo una sterlina) erogato ad opera d’arte.
Alla domanda “Non ha pensato di sostituire la macchina a braccio con un distributore automatico?” ci ha risposto “Magari quando questa sarà vecchia e non funzionerà più! Diventerò così l’autista del vending!”

Ambulante-5

Ambulante--3

Ambulante-4

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.